Nuova DS5 2015: l’ammiraglia inaugura il nuovo brand

La rinnovata DS5 inaugura il nuovo corso del brand DS, entrando di diritto tra le vetture di segmento premium.

Nuova DS5 2015: l'ammiraglia inaugura il nuovo brand

di Francesco Donnici

17 febbraio 2015

La rinnovata DS5 inaugura il nuovo corso del brand DS, entrando di diritto tra le vetture di segmento premium.

In occasione del prossimo Salone di Ginevra 2015 (5-15 marzo) debutterà la nuova DS5 2015, restyling del crossover di segmento premium con passaporto francese che segna  la nascita del brand di lusso “DS“, staccatosi definitivamente dal marchio Citroen, sia dal punto di vista dell’immagine che per il posizionamento sul mercato.

Estetica: dettagli da auto premium

Rispetto al modello che sostituisce, la nuova DS5 si differenzia per la nuova mascherina frontale che ospita nella parte centrale il logo DS al posto del simbolo del “Double Chevron”, mentre ai lati risulta impreziosita da una cromatura che si estende fino ai proiettori dalla forma affusolata che utilizzano la tecnologia mista Xeno e Full-LED. Per enfatizzare le origini “premium” della vettura, le parti cromate sono state estese anche nella zona inferiore del cofano e sulle [glossario:minigonne] laterali. Le dimensioni  della vettura risultano immutate: la lunghezza di 4,53 metri , l’altezza  di 1,50 metri e il passo di  2,73 metri, permettono una generosa abitabilità per 5 persone adulte, anche particolarmente alte, senza dimenticare la possibilità di stivare carichi molto ingombranti.

Abitacolo: interni ottimizzati per una maggiore fruibilità

L’ambiente interno risulta particolarmente tecnologico e raffinato, in particolare si apprezza molto il cockpit della plancia di ispirazione aeronautica e la consolle centrale, particolarmente inclinata e dotata di molti meno pulsanti per facilitare l’azionamento delle numerose funzioni, tra cui quelli della climatizzazione elettronica e dell’impianto di infotainment. Quest’ultimo, abbinato ad un grande schermo “touch”, guadagna la nuova funzione per trasferire velocemente   contenuti dallo smartphone   al sistema multimediale dell’auto, a cui si aggiunge l’inedita app “MyDS“, capace di offrire al guidatore numerose informazioni , comprese quelle relative al funzionamento della vettura.

Motorizzazioni: più cavalli ed efficienza per i diesel e i benzina

Dal punto di vista meccanico, l’offerta della nuova DS5 comprende un ampio ventaglio di motorizzazioni diesel e benzina, a cui si aggiunge anche una versione ibrida.  La gamma si apre con il diesel 1.6 litri BlueHdi da 120 CV che va a sostituire il precedente 1.6 litri e-Hdi da 115 CV. L’unità 1.6 litri BlueHdi  risulta abbinata ad un cambio manuale a sei marce, a cui si aggiungerà nella seconda metà dell’anno l’automatico EAT6. Un gradino più sopra troviamo invece il poderoso il 2.0 litri BlueHdi da 150 CV e 370 Nm di coppia che va a sostituire il precedente turbodiesel sempre da 2.0 litri, capace di 160 CV, ma dotato di 30 Nm di coppia in meno (340 Nm). Al top di gamma si posiziona il potente 2.0 litri BlueHdi da 180 CV e 400 Nm di coppia massima. Sul fronte dei diesel  troviamo il 1.6 litri Thp sovralimentato, disponibile negli step di potenza da 165 CV e 210 CV. La serie di motorizzazioni viene completata dalla versione ibrida forte  del turbodiesel 1.6 litri abbinato ad una unità  elettrica, capaci di offrire una potenza complessiva di 200 CV scaricati sulla trazione integrale.

 

 

No votes yet.
Please wait...