2012: l'anno della baby Porsche su base Audi

Motore turbo da 250 CV, telaio della piccola Audi vista a Detroit in veste di concept. A Zuffenhausen si pensa a una Porsche Boxster "mignon"

I 40 anni della Porsche 914

Altre foto »

Per il futuro a medio termine (entro il 2012), una parte della gamma Porsche si spingerà verso il basso. Non solo nella scelta dei motori, in questo caso il concetto di downsizing non rende bene l'idea.

Quanto nelle dimensioni e nella cubatura dei motori. In sostanza: una "mini Boxster", o "baby Cayman", pensata per essere una alternativa a motore posteriore centrale delle "medie" di indole sportiva.

Sotto la baby Porsche c'è lo zampino di Audi

In questa operazione - per inciso: ancora tutta da definire, ma sembra che sull'asse Stoccarda - Ingolstadt le opinioni facciano pensare a un futuro risultato positivo - c'è lo zampino di Audi.

La Casa dei Quattro Anelli, che nel 2006 con la R8 ha debuttato nel competitivo settore delle vetture supersportive (la scia di successi sportivi della R8 e, poi, della R10 e R15 dovevano avere un corrispettivo nella produzione) fornirà, infatti, la base per lo sviluppo della futura baby Porsche.

Una gamma "baby" per la Porsche

La tecnologia sviluppata con la R8, prima, e proseguita nei tempi più recenti con le concept della Audi esposte al Salone di Detroit. In particolare, la "base" sarà la e-tron, svelata in anteprima alla kermesse.

Il risultato sarà una piccola Porsche, una sorta di "nuova 356", equipaggiata con ogni probabilità da una famiglia di motori a 4 cilindri il cui debutto è previsto per il 2012, quando a Zuffehnausen si darà il via a una Boxster tutta nuova.

Il motore, la cui cilindrata si aggirerà sui 2 litri, sarà equipaggiato con un turbocompressore, avrà l'iniezione diretta, doppio albero a camme e 16 valvole. La potenza di questa unità si attesterà sui 250 CV.

Martin Winterkorn, Presidente del Gruppo Volkswagen, ha rivelato in questi giorni ad Autocar che la "piccola" di Zuffenhausen occuperà una fascia di mercato al di sotto della Boxster e della Cayman. Il design si ispirerà alla 911 e alla Cayenne

Sarà un ritorno al futuro?

In sostanza: per la Porsche, la futura "piccola" potrebbe costituire una sorta di ritorno al futuro, a una filosofia di motori 4 cilindri - sviluppata proprio in collaborazione con la Audi - iniziata alla metà degli anni 70 con la 924, chiamata a sostituire la sfortunata 914. La gamma, poi, si ampliò verso la ricerca di potenze maggiori, pur mantenendo la stessa architettura di base: dalla 924 2 litri arrivò la versione Turbo; fu, in seguito, la volta della 944 (aspirata e turbocompressa), fino alla 968.

Se vuoi aggiornamenti su PORSCHE inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Giorgi | 01 febbraio 2010

Altro su Porsche

Porsche: guida autonoma ma con moderazione
Tecnica

Porsche: guida autonoma ma con moderazione

Anche se la tecnologia sarà sempre più presente, le auto della casa di Zuffenhausen saranno auto da guidare.

Nuova Porsche 911 RSR: tutti i segreti della nuova vettura da pista tedesca
Motorsport

Nuova Porsche 911 RSR: tutti i segreti della nuova vettura da pista tedesca

La Casa tedesca svela la sua ultima arma da pista che verrà impiegata nei campionati IMSA e FIA WEC.

Porsche 911 Carrera 4S Cabrio: la prova su strada
Prove su strada

Porsche 911 Carrera 4S Cabrio: la prova su strada

Abbiamo guidato la 911 pensata per viaggiare a cielo aperto ed equipaggiata con il nuovo motore turbo.