BMW 730Ld

Passo lungo ed un diesel da primato per rendere il lusso eco-compatibile. Arriva la BMW 730Ld, comfort altissimo ma consumi contenuti

BMW 730Ld

di Redazione

16 febbraio 2009

Passo lungo ed un diesel da primato per rendere il lusso eco-compatibile. Arriva la BMW 730Ld, comfort altissimo ma consumi contenuti

.

La Casa di Monaco abitualmente propone un’incetta di novità ad ogni salone. A Ginevra non sarà da meno e presenterà in anteprima mondiale la 730Ld. Si tratta della versione con passo lungo della nuova Serie 7, a cui è stato abbinato un nuovo propulsore diesel, per renderla la vettura più ecologica del segmento.

La struttura è analoga a quella delle BMW 750Li e 740Li, con un passo allungato di circa 20 centimetri, per un totale di 3.21 metri. In BMW assicurano che lo spazio aggiuntivo è stato sfruttato per aumentare il comfort del passeggero posteriore, che oltre ai centimetri in più offerti nella zona delle gambe, presenta anche uno spazio sulla testa incrementato di 10 centimetri.

I nuovi spazi interni sono frutto della nuova linea di tetto e dei montanti posteriori, studiata per rendere indistinguibili alla vista la versione normale da quella con passo lungo.

Diesel ecologico e prestante

Le berline di rappresentanza non nascono per essere guidate, ma per accomodarsi sul sedile posteriore. Per questo motivo, tipicamente passa in secondo piano il propulsore che utilizzano e le relative prestazioni dell’auto, ma sulla 730Ld la novità è proprio sotto il cofano.

Il nuovo motore è un 3 litri turbodiesel completamente nuovo che soddisfa le normative Euro 5, caratterizzato da un’elevata efficienza di funzionamento, tale da rendere la 730Ld la più pulita della categoria. Nel ciclo di omologazione europeo, la vettura tedesca consuma mediamente 7,3 litri per 100 chilometri, emettendo 194 grammi di CO2 per ogni chilometri percorso. Risultati notevoli per una vettura che si aggira sulle 2 tonnellate di peso.

Il propulsore turbodiesel ricalca la struttura classica dei 6 cilindri “made in Monaco”, cioè disposti in linea e con basamento in alluminio. Si caratterizza principalmente per la coppia elevata e pari a 520 Nm, erogata con una curva piatta tra i 1750 ed i 3000 giri/min. La potenza massima arriva a 4000 giri/min ed è di 245 CV. Grazie a questi numeri ed al cambio automatico a 6 rapporti, la 730Ld scatta sullo 0-100 km/h in soli 7,4 secondi. Non manca il sistema EfficientDynamics, con cui avviene il recupero di energia durante le frenate.

Interni a piacere

All’interno ritroviamo la plancia leggermente orientata verso il guidatore, caratterizzata da una modanatura che si sviluppa in orizzontale e dai tasti di comando raggruppati nella zona centrale.

La personalizzazione degli interni è garantita dal programma BMW Individual, con il quale si può scegliere il tipo di pellame ed il colore con cui rivestire gli interni ed il cielo del tetto, oltre al tipo di modanatura che attraversa la plancia. Tra le novità, la pelle Merino Feinnarbe e la possibilità di integrare un frigobar. Il nuovo rivestimento è caratterizzato da una struttura fine e dalle cuciture differenziate per i sedili, la plancia ed i pannelli interni delle porte.

Il programma Individual prevede anche la personalizzazione degli esterni, con una nuova gamma di colori e cerchi in lega da 20 pollici di nuovo disegno.

La strumentazione centrale è completamente virtuale, realizzata con un display LCD in tecnologia Black-Panel, sul quale sono ricreati virtualmente gli strumenti, in una veste tipicamente sportiva. I sistemi multimediali sono tutti raggruppati in un unico strumento, gestibili attraverso l’i-Drive, un comando a manopola presente da diverso tempo sulle vetture della Casa di Monaco ed ora ulteriormente affinato.

Sicurezza elettronica

Sulla versione al top della gamma BMW non mancano di certo i sistemi elettronici per vigilare sulla sicurezza e per modificare il comportamento dell’auto in base ai programmi selezionati (COMFORT, NORMAL, SPORT, SPORT+) ma la novità più interessante è nell’Integral Active Steering.

Si tratta di un’evoluzione del sistema Active Steering, presentato negli anni scorsi da BMW e sviluppato anche da case concorrenti (come Lancia, per la Delta), caratterizzato dalla possibilità di agire sia sulle ruote anteriori che posteriori. In sostanza, allo sterzo sono applicate delle coppie che inducono il conducente a compiere la manovra corretta in caso di necessità, ad esempio un leggero controsterzo se il posteriore perde l’aderenza.

Il sistema ora controlla anche le ruote posteriori, che possono ruotare fino ad un massimo di 3 gradi in senso opposto alla rotazione di quelle anteriori, in questo si enfatizza la prontezza di risposta ai comandi dello sterzo.

Un’altra soluzione tecnologia di rilievo è il sistema di visione notturno con riconoscimento delle persone, è realizzato a mezzo di un visore termico che riproduce sullo schermo centrale un’immagine basata sulla temperatura degli oggetti all’interno del suo campo di visione. In questo modo è possibile riconoscere una persona o un’animale ai bordi della strada da un oggetto qualunque, il sistema riesce a riconoscere una condizione di pericolo ed avvisare il guidatore.

Il sistema di navigazione può essere integrato con il Lane Departure Warning, che avvisa il guidatore se sta per effettuare un cambio di corsia con una vettura nella zona d’ombra degli specchi retrovisori e con il Speed-Limit Info, che grazie ad una telecamera legge la segnaletica verticale ed orizzontale e indica su un dispaly il limite di velocità vigente sulla strada che si sta percorrendo.

In conclusione si può dire che con la 730Ld BMW accoppia il lusso della serie 7 con la sensibilità ecologica dei suoi futuri acquirenti, che non volendo rinunciare al prestigio ed alla comodità delle berline d’alto di gamma, potranno passare la loro mano sulla coscienza, scegliendo tra tutte quella meno dannosa per l’ambiente.