La Classe E perde il tetto e diventa cabrio

La scoperta di Stoccarda mette in mostra eleganza e raffinate soluzioni tecnologiche. I motori sfruttano la tecnologia Blue Efficiency

La Classe E perde il tetto e diventa cabrio

di Redazione

16 dicembre 2009

La scoperta di Stoccarda mette in mostra eleganza e raffinate soluzioni tecnologiche. I motori sfruttano la tecnologia Blue Efficiency

Si chiude il cerchio intorno alla gamma Classe E di Mercedes. La casa di Stoccarda ha reso note le prime immagini e i dettagli ufficiali della versione Cabriolet. Lunga 4.70 metri, larga 1.78 e alta 1.40, la vettura presenta credenziali di estremo interesse. Sotto il profilo aerodinamico, con un coefficiente di penetrazione (CX) di 0.28 i tecnici Mercedes sono riusciti a compiere un buon lavoro.

Linee taglienti e filanti danno forma a un corpo carico di slancio. In pieno stile Mercedes. Le differenze rispetto alla Coupé sono minimali, anche al posteriore, dove il vano per la capote si nasconde alla perfezione sotto la superificie del cofano bagagli. Un tocco di sportività lo conferisce il lieve accenno di spoiler.

Interni: dietro i sedili è presente un frangivento automatico, denominato Aircap, in grado di eliminare le turbolenze a vettura scoperta. Per rendere più piacevoli i percorsi “con i capelli al vento”, anche nella stagione invernale, Mercedes ha perfezionato il sistema di riscaldamento per la zona della nuca (Airscarf) introdotto nel 2004 sulla SLK.[!BANNER]

La capote è realizzata nel tradizionale rivestimento in tela. Anche in questo caso, tuttavia, non mancano le novità, come il sistema di isolamento acustico. Le operazioni di apertura e chiusura sono a comando elettrico, richiedono 20 secondi e si possono effettuare anche in marcia, fino ad una velocità di 40 km/h.  La capote della Cabriolet trova posto in un alloggiamento dietro la paratia posteriore. Un avvolgibile orientabile separa l’alloggiamento della capote dal vano bagagli; per poter chiudere il tetto questo elemento deve essere ripiegato. Se la vettura rimane scoperta, è possibile far scorrere l’avvolgibile indietro. In questo modo, la capacità del bagagliaio aumenta di 90 litri per passare a 390 litri.

Tra i vari dispositivi per migliorare il comfort di bordo, si segnala il nuovo sistema meccanico  Easy-entry, in grado di agevolare la salita e la discesa dei passeggeri posteriori. Passiamo dunque alle caratteristiche tecniche della cabrio, spinta da motori a iniezione diretta, potenti, sfruttabili, e piuttosto parsimoniosi nei consumi. Per raggiungere il risultato si è deciso di attingere dalla tecnologia Blue Efficiency, adottando tutta una serie di piccoli accorgimenti: recupero dell’energia di frenata,  regolazione secondo necessità della pompa del servosterzo e di alimentazione del carburante, utilizzo di pneumatici con bassa resistenza al rotolamento. Queste le motorizzazioni: E 200 CGI 184 CV, E 250 CGI da 204 CV, E 350 CGI da 292 CV, E 500 da 388 CV, E 220 CDI da 170 CV, E 250 CDI da 204 CV ed E 350 CDI da 231 CV.