A Ginevra Saab presenta il crossover 9-3X

E’ compatibile con il bioetanolo e grazie alla trazione integrale va dappertutto

A Ginevra Saab presenta il crossover 9-3X

Tutto su: Saab 9-3X

di Lorenzo Stracquadanio

13 febbraio 2009

E’ compatibile con il bioetanolo e grazie alla trazione integrale va dappertutto

.

Si chiama 9-3X il nuovo crossover sviluppato da Saab che debutta ufficialmente sotto i riflettori del Salone di Ginevra. Basata sulla sorella 9-3 station wagon, la vettura si distingue esteticamente per un look più aggressivo per una maggiore versatilità di guida su tutti i terreni.

Per la prima volta la Casa svedese ha scelto di abbinare la tecnologia BioPower al sistema di trazione integrale Cross Wheel Drive (XWD) – che distribuisce la motricità ai diversi assi in modo costante e in base alle condizioni del terreno – con l’obiettivo di offrire agli automobilisti un’esperienza di guida innovativa su ogni tipo di asfalto, insieme ad una maggiore tutela dell’ambiente grazie alle emissioni ridotte.

Il modello alimentato a bioetanolo E85 è un 4 cilindri turbo da 2 litri (con cambio a 6 rapporti) in grado di sviluppare una potenza di 210 CV. A questo si affiancano due versioni (anch’esse 4 cilindri): un 2 litri turbo alimentato a benzina da (con cambio a 6 marce o automatico) e un 1.9 TTiD diesel a trazione anteriore con trasmissione manuale o automatica.

Grazie all’assetto rialzato di 35 mm e alla trazione integrale, la 9-3X si presenta come un mezzo adatto ad ogni tipo di terreno: dall’asfalto allo sterrato. “La 9-3X è una tuttofare concepita per quegli automobilisti che non vogliono o non hanno bisogno di un veicolo tipo Suv – spiega Simon Padian, capo del Brand Design di Saab -. Per usare una metafora semplificativa, noi offriamo una scarpa da trekking in grado di svolgere la sua funzione con maggior comfort e stile rispetto a uno scarpone da montagna“.

Esteticamente la 9-3X si caratterizza per un profilo particolare dei paraurti anteriore e posteriore (di colore grigio scuro), così come dei passaruota (anch’essi in materiale plastico rinforzato). Il tutto è stato “impreziosito” in alcuni punti con inserti in alluminio e cerchi sportivi da 17”.

Stessa filosofia per gli interni, dove spiccano i sedili sportivi abbinati alla tappezzeria in pelle, a dimostrazione che il nuovo crossover targato Saab vuole abbinare allo stile la praticità di un mezzo ideale anche per il tempo libero. Generoso, quindi, il bagagliaio da 477 litri, che si stende fino a 1331 litri con i sedili posteriori divisi in proporzione 60:40. Ma si possono caricare a bordo anche oggetti lunghi fino a 2,5 metri (un paio di sci, ad esempio) grazie alla possibilità di abbattere in avanti lo schienale del passeggero anteriore.