Porsche 911 GT3 MY 2017: ancora più estrema con 500 CV

Autenticamente Porsche, la nuova 911 GT3 2017 rappresenta il vertice della gamma high performance 991. Ecco tutti i dettagli.

Porsche 911 GT3 MY 2017: ancora più estrema con 500 CV

Tutto su: Porsche 911

di Francesco Giorgi

29 aprile 2017

Autenticamente Porsche, la nuova 911 GT3 2017 rappresenta il vertice della gamma high performance 991. Ecco tutti i dettagli.

Dalla “storica” edizione 996, in quasi vent’anni non c’è stato un modello di 911 GT3 che non sia stato sviluppato in almeno due versioni, la seconda delle quali sempre evoluta rispetto alla precedente. E la nuova Porsche 911 GT3 Model Year 2017 conferma la ormai classica tendenza di Zuffenhausen: la variante presentata in queste ore nelle immagini ufficiali e nel dettaglio delle caratteristiche tecniche è, in sostanza, uno step evolutivo della Porsche 911 “991” GT3: dall’unità 3.8 a sei cilindri contrapposti in grado di sviluppare 475 CV, i tecnici Porsche hanno fatto cifra tonda: cilindrata portata a 4 litri e una potenza di 500 CV.

Si tratta, in linea generale, dell’unità motrice che equipaggia gli esemplari GT3 Cup prodotti per l’impiego agonistico (seppure, in questo caso, la potenza si “limiti” a 480 CV) e presentati in anteprima lo scorso autunno al Salone di Parigi 2016.

Rinnovata nell’immagine esteriore (il nuovo appeal della vettura è, tuttavia, finalizzato alle prestazioni: si tratta di un intervento di restyling funzionale), Porsche 911 GT3 MY 2017 – esposta in anteprima lo scorso marzo al Salone di Ginevra 2017 – mette in evidenza un alettone posteriore in fibra di carbonio, un nuovo splitter anteriore e specifiche prese d’aria al cofano motore. I paraurti sono stati realizzati in poliuretano leggero con l’apporto di microsfere di cristallo vuote e fibra di carbonio, mentre quest’ultimo costituisce il materiale di produzione anche per il cofano motore. La fanaleria, dotata di controllo dinamico e dispositivo lafavari, è bi – xeno (a richiesta sono disponibili le luci a Led); nuova, la forma delle luci diurne, di posizione e di direzione, più sottile rispetto alla serie precedente. La zona posteriore del corpo vettura, a sua volta, rivela un posizionamento leggermente più elevato delle prese d’aria, in modo da dissipare al meglio il calore. Ereditata dall’expertise Porsche nel motorsport è la soluzione delle quattro sottili “ali” supplementari nella zona posteriore – inferiore: servono ad incanalare il flusso dell’aria nel sottoscocca, per amplificare l’azione del diffusore. Rispetto a Porsche 911 Carrera, la larghezza della [glossario:carreggiata] posteriore risulta aumentata di 44 mm; nel complesso, l’altezza da terra è 25 mm inferiore. Come per la precedente 911 GT3, anche nella nuova versione Model Year 2017 l’assetto dispone del sistema [glossario:pneumatico] di sollevamento della parte anteriore della vettura, che fino a 50 km/h può alzarsi di circa 30 mm.

L’impianto frenante prevede pinze fisse a sei pistoncini anteriormente e quattro pistoncini posteriormente, con dischi da 380 mm in materiale composito. A richiesta, Porsche 911 GT3 MY 2017 può essere equipaggiata con il sistema PCCB – Porsche Ceramic Composite Brake: in questo caso, il diametro dei dischi passa a 410 mm all’avantreno e 390 mm al retrotreno.

Il “cuore pulsante” della nuova Porsche 911 GT3 MY 2017, e la novità che catalizza l’attenzione degli appassionati dei modelli high performance di Zuffenhausen (ma anche delle supercoupé più potenti “tout court”) risiede nella nuova unità motrice da 4 litri a sei cilindri contrapposti.

Sotto il cofano, la lunga lista di interventi operata dai tecnici Porsche ha riguardato la rimappatura dellla centralina per aumentare i regimi di rotazone (fino a 9.000 giri/min: valore assolutamente straordinario, anche per un motore ad alte prestazioni perché, va ricordato, resta pur sempre destinato anche all’impiego stradale), un nuovo controllo delle valvole in virtù del supporto dei bilancieri su assi anziché su elementi idraulici (la regolazione del gioco delle valvole viene impostata con l’impiego di spessori sostituibili in fabbrica, in modo da evitarne successive registrazioni), l’impianto di lubrificazione a [glossario:carter] secco con serbatoio dell’olio separato, l’impiego di nuove bielle in titanio e di un albero motore più rigido con cuscinetti più grandi, un nuovo impianto di scarico. Ritoccato in alto anche il rapporto di compressione, che ora passa a 13,3 : 1. Il risultato è una potenza di 500 CV a 8.250 giri/min (25 CV in più in confronto alla “vecchia” 911 GT3) e 460 Nm di coppia massima a 6.000 giri/min.

La trasmissione si avvale, per la prima volta, di due tipologie di cambio: il doppia frizione PDK (Porsche Doppelkupplung) a sette rapporti per gli enthusiast del tempo sul giro; oppure il comando manuale a sei rapporti (una o l’altra soluzione sono ottenibili senza alcun sovrapprezzo). In abbinamento con il sistema PDK c’è il PTV Plus – Porsche Torque Vectoring Plus con blocco differenziale posteriore a controllo elettronico e distribuzione completamente variabile della coppia motrice. Le modalità di guida, come già nella precedente 911 GT3, prevedono il PSM – Porsche Stability Management disattivabile dal conducente attraverso le funzioni “Esc Off” ed “Esc+ TC Off”.

Da segnalare, riguardo alla componente telaistica, la presenza del sistema di sterzo attivo per il retrotreno (nella nuova 911 GT3, l’angolo di sterzata delle ruote posteriori può essere variato da un massimo di 1,5 gradi in ciascuna direzione tramite attuatori elettromeccanici, in funzione della velocità) e del modulo di [glossario:ammortizzatori] variabili PASM – Porsche Active Suspension Management in due modalità: “Normal” e “Sport”. I gruppi ruota si avvalgono di cerchi monodado da 9×20″ e 12×20″, con pneumatici UHP (Ultra High Performance) da 245/35 ZR 20 all’anteriore e 305/30 ZR 20 al posteriore.

Caratterizzata da un peso complessivo di 1.430 kg in ordine di marcia nella versione equipaggiata con cambio PDK doppia frizione a sette rapporti, e in virtù di un favorevolissimo rapporto peso / potenza (appena 2,86 kg / CV), la nuova Porsche 911 GT3 MY 2017 promette prestazioni da urlo: la versione con cambio PDK schizza da 0 a 100 km/h in 3″4 e raggiunge una velocità massima di 318 km/h; il modello con cambio manuale a sei rapporti accelera da 0 a 100 km/h in 3″9 e dichiara 320 km/h di velocità massima.