Bmw M4 CS: più leggera e versatile nella guida sportiva

La nuova M4 CS si pone un gradino sotto la GTS per offrire una guida più versatile, adatta sia alla pista che alle strade aperte al pubblico.

Bmw M4 CS: più leggera e versatile nella guida sportiva

di Francesco Donnici

19 aprile 2017

La nuova M4 CS si pone un gradino sotto la GTS per offrire una guida più versatile, adatta sia alla pista che alle strade aperte al pubblico.

La Casa dell’elica ha scelto il Salone di Shanghai 2017 per svelare in queste ore l’inedita Bmw M4 CS, quarto tassello appartenente all’offerta della sportivissima M4. Con i suoi 460 CV, la M4 CS va a posizionarsi tra la M4 Competition da 450 CV e l’estrema M4 GTS. Quest’ultima versione – grazie ad un’ [glossario:aerodinamica] estrema abbinata ad un propulsore da 500 CV – si avvicina alle vetture da competizione, mentre l’offerta della supercar bavarese viene completata dalla  M4 “base” da 431 CV.

La nuova Bmw CS si presenta quindi come un ottimo compromesso a chi desidera una vettura velocissima in pista, ma che nello stesso tempo si comporta da Gran Turismo su strada, grazie anche all’uso di un assetto e un cambio doppia frizione molto versatili. Esteticamente la “CS” si distingue per  il cofano motore e il tetto realizzati in CFRP (componente [glossario:composito] realizzato con fibra di [glossario:carbonio] e plastica), mentre per il resto sfoggia tutte le appendici aerodinamiche della versione entry-level della  M4. All’interno troviamo volante, pomello del cambio e strumentazione specifici, sedili ad alto contenimento con poggiatesta integrati, rivestimenti in pelle e [glossario:alcantara] e pannelli porta alleggeriti anche grazie alla mancanza di braccioli interni, sostituiti da  fasce in tessuto.

Sotto il muscoloso cofano anteriore batte il sei cilindri 3.0 litri M TwinPowerTurbo con turbina twin-scroll, [glossario:intercooler] e iniezione diretta di benzina Valvetronic a doppia fasatura variabile Vanos. L’unità sprigiona 450 CV e 600 Nm di coppia massima sulla trazione posteriore grazie all’uso di una cambio doppia frizione a sette marce, con i primi rapporti molto ravvicinati e l’ultimo lungo per la guida in autostrada. Il costruttore tedesco dichiara per la M4 CS un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 3,9 secondi e una velocità massima autolimitata a 280 Km /h se si sceglie l’M Driver’s Package. Il consumo dichiarato nel ciclo misto, pari a 11,9 km/l secondo ciclo NEDC, è sicuramente un buon risultato, m a si può ottenere soltanto se si è molto cauti con il piede destro.

Dal punto di vista dell’handling, la CS vanta bracci in alluminio forgiati, ruote in lega da 19 pollici (optional  da 20 pollici con pneumatici semi-slick), e nuovi settaggi per differenziale attivo M, servosterzo, controllo di stabilità e sospensioni adattive M. Queste sofisticate caratteristiche hanno permesso alla Bmw M4 CS di ottenere un tempo sul giro di 7 minuti e 38 secondi tra i cordoli del mitico tracciato del Nurburgring.