Lincoln Navigator: la seconda generazione debutta a New York

Il rinnovato SUV pemium della Casa americana punta tutto sul confort e sull’intrattenimento offerto ai fortunati passeggeri.

Lincoln Navigator: la seconda generazione debutta a New York

di Francesco Donnici

12 aprile 2017

Il rinnovato SUV pemium della Casa americana punta tutto sul confort e sull’intrattenimento offerto ai fortunati passeggeri.

Sotto i riflettori del Salone di New York 2017 (11-23 aprile) debutta in anteprima la nuova Lincoln Navigator, seconda generazione del SUV di grandi dimensioni di segmento premium divenuto nel corso degli anni un simbolo del brand di lusso del Gruppo Ford. Il rinnovato ed imponente SUV vanta inediti aggiornamenti tecnologici – sia dal punto di vista della sicurezza che dell’intrattenimento – con lo scopo di fronteggiare ad armi pari la più agguerrita e moderna concorrenza.

Esteticamente la vettura prende spunto a piene mani dalla Lincoln Concept, a partire dalle forme squadrate che distinguono la zona frontale e la vista posteriore, passando per il design dei proiettori separati dalla grande mascherina cromata, vero e proprio simbolo del brand. L’unica grande differenza con la show car precedentemente nominata la troviamo nelle  portiere che risultano ad apertura tradizionale e prendono il posto di quelle più suggestive, ma forse meno pratiche ad apertura verticale.

Come accennato in precedenza, questo SUV si presenta come la massima espressione del lusso “americano” come sottolineano numerosi dettagli, a partire della proiezione luminosa del logo del marchio sul pavimento quando si aprono gli sportelli per accedere alla vettura. All’interno dell’abitacolo ogni componente è stato sviluppato per aumentare la sensazione di benessere e di confort dei passeggeri, partendo dall’insonorizzazione che è stata ottimizzata con l’adozione di un parabrezza con una capacità fonoassorbente ottimizzata. Anche le sedute sono state migliorate con l’uso di un sistema elettrico di regolazione dotato di 30 posizioni, funzione massaggio e riscaldamento. Dal punto di vista tecnologico il suo debutto il sistema di infotainment Sync 3, comprensivo di sistema di navigazione satellitare, l’impianto audio ad alta fedeltà delle Revel con 20 diffusori sparsi nell’abitacolo e  compatibile con i sistemi di connettività per smartphone Apple CarPlay e Android Auto, il tutto controllabile tramite il grande display in posizione sospesa all’estremità della console centrale.

Come se non bastasse, i passeggeri posteriori possono usufruire di altrettanti schermi da 10 pollici per guardare la TV, un DVD o giocare ai videogames. Da segnalare anche un hotspot wi-fi per collegare i propri device elettronici ad internet, ben sei porte Usb e quattro prese da 12 volt. Come abbiamo accennato in precedenza, la Lincoln è ora dotata di numerosi accessori di assistenza alla guida dedicati ad aumentare la sicurezza, tra cui il Pre-Collision Assist con Pedestrian Detection, senza tralasciare il sistema Park Assist dotato di telecamere a 360 gradi ed infine il Lane Keeping System. Sotto il lungo cofano anteriore si nasconde invece il propulsore V6 3.5 litri Ecoboost biturbo, capace di sviluppare 450 CV e gestito da una trasmissione automatica a dieci marce.