Mazda CX-5: fascino e tecnologia arrivano da oriente

La nuova Mazda CX-5 coniuga un design più elegante e sportivo con una tecnologia evoluta per soddisfare le necessità di guidatore e passeggeri.

Mazda CX-5: fascino e tecnologia arrivano da oriente

di Redazione

23 marzo 2017

La nuova Mazda CX-5 coniuga un design più elegante e sportivo con una tecnologia evoluta per soddisfare le necessità di guidatore e passeggeri.

Con la nuova Mazda CX-5, la Casa di Hiroshima punta a superare se stessa ricercando la fusione perfetta tra l’uomo e la macchina. Il nuovo SUV giapponese offre infatti un piacere di guida più coinvolgente grazie anche ad un ulteriore iniezione di tecnologia, il tutto impreziosita da un design filante e molto personale.

Mazda CX-5: lo stile spiegato dal designer

A proposito di design, la CX-5 sfoggia l’ultima evoluzione del design KODO: il frontale sfoggia un’evoluzione in senso più tridimensionale capace di offrire un’immagine più personale ed elegante, inoltre il passaggio fra le superfici della carrozzeria viene enfatizzato, regalando cambi nei riflessi della luce, specie se la vettura sfoggia l’inedita livrea esterna Soul Red Crystal. In occasione della presentazione italiana, Shinichi Isayama – Chief Designer della nuova CX-5 – ci ha detto che l’idea di fondo per il design della nuova vettura era aggiornare la linea attuale senza stravolgerla, per questo sono state affinate tutte le linee partendo dagli sketch della prima generazione CX-5.

La nuova vettura ha così una linea più matura ma sempre fortemente riconoscibile con una linea di cintura che trasmette adesso una maggiore sensazione di velocità.
Anche la scelta di non sovradimensionare le misure di cerchi e pneumatici – decisione che negli ultimi anni ha messo d’accordo molti centri stile – nasce dalla volontà di coniugare un’estetica il più curata possibile mantenenendo al contempo un forte bilanciamento con le doti di maneggevolezza che erano anch’esse un requisito fondamentale nella progettazione della nuova vettura. In questo modo – ancora una volta – in Mazda hanno centrato l’obiettivo di ottenere la massima sintonia tra auto e guidatore, tra cavallo e cavaliere… o per dirla a modo loro Jinba Ittai! 

Interni curati e qualità “premium”

Il cockpit della plancia si focalizza sul posto di guida per offrire la massima ergonomia in un ambiente di livello “premium” che si distingue per la massima attenzione al dettaglio, alla qualità dei materiali e alla precisione nell’assemblaggio. Entrati nell’abitacolo si apprezzano subito i nuovi sedili, capaci offrire un maggiore confort grazie ad una forma rivista che offre un migliore sostegno per il corpo.

Al centro della plancia spicca il display da 7 pollici dedicato all’infotainment implementato con MZD Connect, per la massima connettività con i proprio device elettronici, inoltre è possibile integrare l’impianto multimediale con l’Hi-Fi della Bose dotato di 10 diffusori a amplificatore digitale a 8 canali e di tweeter di nuova progettazione con cupola in seta e montati nei montanti A per creare una immagine sonora più nitida e naturale. La CX-5 è anche molto versatile, come sottolinea l’ampio bagaglio dalla forma regolare in cui si può accedere dal portellone ad apertura elettrica con telecomando, quest’ultimo permette anche di scegliere il grado di apertura della porta posteriore.

Mazda CX-5: tecnologia e motorizzazioni

Mazda mette a disposizione del suo rinnovato SUV  numerosi dispositivi di ausilio alla guida tra cui segnaliamo il  riconoscimento dei segnali stradali Traffic Design Sign Recognition, gli abbaglianti adattivi, e il Mazda Radar Cruise Control.

La nuova Mazda CX-5 viene proposta con due diverse motorizzazioni: il 2.2 litri turbodiesel SKYACTIV-D, declinato nelle potenze da 150 e 175 CV e l”unità a benzina 2.0 litri SKYACTIV-G da 165 CV, entrambi omologati Euro 6. I propulsori possono essere abbinati al manuale SKYACTIV-MT e all’automatico SKYACTIV-DRIVE, inoltre non manca la possibilità di scegliere tra la trazione anteriore e quella integrale Mazda i-ACTIV AWD.