Mercedes G650 Maybach Landaulet: superlusso integrale

La nuova G650 Maybach Landaulet propone un allestimento ultraesclusivo: sarà prodotta in 99 unità a partire dal prossimo autunno.

Mercedes G650 Maybach Landaulet: superlusso integrale

di Francesco Giorgi

13 febbraio 2017

La nuova G650 Maybach Landaulet propone un allestimento ultraesclusivo: sarà prodotta in 99 unità a partire dal prossimo autunno.

In attesa che i vertici di Stoccarda confermino le indiscrezioni della scorsa primavera – relative al possibile sviluppo di un Suv di altissima gamma a marchio Maybach -, Mercedes svela  una “rivisitazione” della eterna Classe G, ponendole appunto l’identità del nuovo sub – brand Maybach, proposto nuovamente un paio di anni fa non più come marchio luxury della Stella a Tre Punte, ma come Divisione di Mercedes – Benz per la proposta di modeli particolarmente ricchi nell’allestimento e nelle dotazioni, a una ristretta clientela.

L’ultimo esempio (in ordine di tempo) si chiama Mercedes G650 Maybach Landaulet: viene presentato in anteprima nelle immagini e nel dettaglio delle caratteristiche progettuali e tecniche.

Il vernissage del nuovo super – fuoristrada Mercedes – Maybach è fissato per le prossime settimane, all’imminente Salone di Ginevra (in programma dal 9 al 19 marzo). Il debutto sul mercato viene indicato per il prossimo autunno, su una tiratura particolarmente limitata: ne saranno prodotti soltanto 99 esemplari.

Per la realizzazione della G650 Landaulet, Mercedes e Maybach si sono ispirate a un’antica tradizione della Stella a Tre Punte, nonché a una tipologia di carrozzeria relativa a vetture di altissimo livello, da impiegare in compiti di rappresentanza. Lo stile Landaulet  prende il nome da Landau in der Pfalz (oggi in Germania, nella regione della Renania – Palatinato), dove nel 17. secolo venne ideato un tipo di carrozza scoperta con capotte richiudibile nella zona posteriore. Questo stile, nel 20. secolo, fu ripreso per alcune vetture particolarmente lussuose, soprattutto nella prima metà del 900, e più raramente nei decenni successivi. Fra gli esempi di carrozzeria Landaulet utilizzati da Mercedes: la Benz 25/45 del 1910, la Mercedes 300 D Landaulet del 1960, la Mercedes 600 Pullman Landaulet del 1964 (un esemplare appartenne a Papa Paolo VI) e, nel 2008, la Maybach Landaulet.

È chiaro, a questo proposito, l’intento progettuale definito dai tecnici Mercedes e Maybach per lo sviluppo della particolarissima G650 Landaulet: “Con la preparazione di questa vettura, estendiamo leproposte Mercedes – Maybach all’identità del nostro più prestigioso fuoristrada – indica Jens Thiemer, responsabile Marketing per Mercedes – Inoltre, estendiamo il lusso Maybach ad altri modelli della lineup Mercedes, dopo la Classe S declinata nelle versioni Saloon, Pullman e Cabriolet e la Mercedes – Maybach Vision 6″.

All’esterno, la vettura presenta cerchi da 22″ nel disegno a cinque razze sdoppiate con pneumatici da 325/55 R 22, predellini ad azionamento elettrico per l’ingresso a bordo (l’altezza da terra aumenta a circa 450 mm) e nuovi codolini passaruota, di maggiori dimensioni, in fibra di carbonio.

Sul corpo vettura “long wheelbase” (3.428 mm: il passo viene allungato di 578 mm) da 5,345 m di lunghezza e 2,23 m di altezza, Mercedes e Maybach hanno sviluppato una combinazione di carrozzeria che alloggia conducente e passeggero “al chiuso”, mentre gli occupanti i sedili posteriori possono approfittare della capotte aperta, il cui movimento avviene attraverso un pulsante. Inoltre, a richiesta l’allestimento propone il divisorio in cristallo (che, a sua volta, con un  comando dedicato può commutarsi da trasparente ad opaco) fra la zona anteriore dell’abitacolo e quella posteriore.

La eccezionale lunghezza dell’interasse di Mercedes G650 Maybach Landaulet permette di ottenere ancora più spazio a disposizione per i passeggeri seduti posteriormente, oltre ad avere suggerito l’installazione di una serie di accessori dedicati al comfort degli occupanti. Fra questi, sono da segnalare i sedili singoli a regolazione continua, totalmente reclinabili e dotati della funzionalità “Multicontour” con diverse tipologie di massaggio energizzante (compreso quello che simula le pietre calde) e camere d’aria gonfiabili per la personalizzazione del supporto laterale; e la presenza di una “consolle business” con portabottiglie termici e scomparti portabicchieri fra ciascuno dei sedili; inoltre, la zona divisoria longitudinale centrale dispone di due tavolini ripiegabili, rivestiti in pelle per favorire l’utilizzo di notebook e tablet e le quotidiane operazioni di ufficio.

La dotazione a bordo di Mercedes G650 Maybach Landaulet prosegue con specifici rivestimenti in pelle pregiata (disponibili in un’ampia varietà di colori e tipologie) con cuciture trapuntate, il controllo indipendente della climatizzazione per la zona posteriore dell’abitacolo, tre pulsanti (uno per l’illuminazione interna, gli altri due per il comando apri – chiudi della capotte) sulla stessa consolle centrale, e due display multimediali da 10″ sul pannello divisorio.

Sotto il cofano, Mercedes G650 Maybach Landaulet viene equipaggiata con la più potente unità powertrain disponibile: il V12 sovralimentato con doppio turbocompressore, che sviluppa una potenza massima di 630 CV e una forza motrice da 1.000 Nm di coppia massima. La trasmissione si avvale, come nell’attuale gamma Classe G, dei blocchi al 100% per i differenziali.