Hyundai i30 MY 2017: pronta al debutto

Imminente il lancio commerciale della rinnovata compatta di segmento C coreana: tre allestimenti e quattro motorizzazioni, tre benzina e un diesel.

Hyundai i30 MY 2017: pronta al debutto

di Francesco Giorgi

18 gennaio 2017

Imminente il lancio commerciale della rinnovata compatta di segmento C coreana: tre allestimenti e quattro motorizzazioni, tre benzina e un diesel.

Il new deal di segmento C per Hyundai porta la sigla i30. Il marchio coreano – che nel 2016 ha totalizzato in Italia oltre 56.000 consegne, attestandosi al tredicesimo posto fra i marchi più venduti nel nostro Paese – si prepara all’imminente debutto della nuova “compatta” i30, rinnovata edizione della berlina prodotta in due serie, dal 2007 e sucessivamente dal 2011, in declinazione 5 porte e station wagon.

Le prime anticipazioni della rinnovata Hyundai i30 Model Year 2017, dichiarata concorrente nei confronti di un competitivo segmento che, fra i modelli bestseller, annovera Opel Astra, Renault Mégane e Volkswagen Golf, erano state rese note già lo scorso autunno, in occasione della première al Salone di Parigi 2016. La nuova Hyundai i30 My 2017 sarà in vendita a febbraio, con prezzi che partiranno da poco meno di 19.000 euro e tre allestimenti: “Classic”, “Comfort”, “Style”, mentre per la versione station wagon il debutto in anteprima è atteso al Salone di Ginevra.

Relativamente al corpo vettura, è da rimarcare l’ambizioso progetto di design che abbina caratteristiche tipicamente “asiatiche” con accenti di più marcato gusto europeo. Il risultato è un insieme di linee piuttosto dinamiche e caratterizzate da un simpatico appeal di sapore sportivo. La zona frontale della nuova Hyundai i30 mette in evidenza la nuova mascherina dall’esclusivo disegno “Cascading Grille” e, nella parte posteriore, uno spoiler – collocato sulla sommità del portellone – che unitamente all’andamento spiovente del cofano motore e del parabrezza e lunotto molto inclinati contribuisce al raggiungimento di una elevata penetrazione aerodinamica (Cx 0,30). A seconda delle versioni, la nuova Hyundai viene equipaggiata con cerchi in acciaio da 15″ e in lega da 16″ e 17″. La tavolozza delle tinte carrozzeria si articola su 12 tonalità.

Da segnalare, riguardo alle possibilità di carico, la buona capienza del vano bagagli: 395 litri nel normale assetto di marcia, che aumentano a 1.095 litri con il divanetto posteriore completamente abbattuto (la soglia di carico, posta a 74 cm da terra, non sembra tuttavia delle più agevoli).

Sotto il cofano, la nuova Hyundai i30 viene declinata su una lineup di motorizzazioni volutamente di piccola cubatura (a tutto vantaggio dell’efficienza di rendimento e e dell’attenzione ai costi di produzione e alle spese di mantenimento): la gamma delle unità motrici per la rinnovata Hyundai i30 MY 2017 si articola sul nuovo 1.4 T-GDI turbocompresso (al debutto nella lineup Hyundai) da 140 CV; sul 1.0 T-GDI tre cilindri da ben 120 CV, anch’esso sovralimentato con turbocompressore, sul 1.4 MPI quattro cilindri da 100 CV e, sul fronte delle unità turbodiesel, sul 1.6 quattro cilindri declinato su tre livelli di potenza: 95, 110 e 133 CV. Il cambio, a seconda dei modelli, è manuale a sei rapporti oppure sette rapporti con comando a doppia frizione.

La dotazione di bordo, nella nuova Hyundai i30 MY 2017, è particolarmente ricca: dell’equipaggiamento di sistemi di [glossario:sicurezza-attiva] fanno parte Autonomous Emergency Braking con Front Collision Warning System, Smart Cruise Control, Blind Spot Detection, Rear Cross Traffic Alert, Lane Keeping Assist System, Speed Limit Information Function e High Beam Assist. Un nuovo sistema infotainment, gestibile attraverso un display touchscreen da 8″ collocato al di sopra della consolle centrale, permette – fra le altre funzionalità – la connessione tramite smartphone attraverso gli standard Apple CarPlay e Android Auto, oltre alla ricarica wireless per i device portatili.

La produzione della rinnovata i30 è stata avviata da Hyundai a metà dicembre 2016. Le vetture vengono assemblate nelle linee di montaggio di Nošovice (Repubblica Ceca): lo stabilimento, inaugurato nel 2008 appositamente per la produzione di Hyundai i30 e che ad oggi impiega 3.300 lavoratori specializzati, possiede – secondo i dati più recenti – una capacità produttiva di 350.000 autoveicoli all’anno (dal 2008 le Hyundai prodotte e vendute in Europa ammontano a più di 800.000 unità). Oltre a i30, l’impianto Hyundai di Nošovice produce ix20 e Tucson.

In Italia, il consuntivo reso noto in questi giorni da Hyundai testimonia un ottimo 2016 per il marchio coreano: l’anno scorso, le unità immatricolate nel nostro Paese sono state 56.300, vale a dire il 19% in più rispetto al 2015 e terzo anno consecutivo di risultati positivi. Il modello più venduto si è rivelato il Suv compatto Tucson (22.900 unità vendute: +58,9% in confronto al 2015), concorrente diretto per Nissan Qashqai e Volkswagen Tiguan, davanti alla piccola i10 (13.400 esemplari commercializzati), i20 (11.000) e iX20 (più di 6.000 vetture consegnate). 

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...