Citroen C-Elysee 2017: svelato il restyling

La berlina globale della Casa del Double Chevron si rinnova con un sapiente restyling che ne affina estetica e ne arricchisce la dotazione.

Citroen C-Elysee 2017: svelato il restyling

Tutto su: Citroën C-Elysée

di Francesco Donnici

15 novembre 2016

La berlina globale della Casa del Double Chevron si rinnova con un sapiente restyling che ne affina estetica e ne arricchisce la dotazione.

La Casa del Double Chevron aggiorna con un restyling di metà carriera  la sua berlina Citroen C-Elysee, berlina dalle forme compatte lanciata nel 2012 come prodotto globale mercati cinese, algerino e turco e distribuita in ben 400.000 unità. In questi anni la vettura è diventata famosa anche nel motorsport, grazie al suo impegno nel Campionato WTCC (FIA World Touring Car Championship) dove ha primeggiato sull’agguerrita concorrenza nel 2014 e nel 2015.

Pronta ad arrivare nelle concessionarie nella prima metà del 2017, la nuova Citroen C-Elysee sfoggia numerose novità estetiche dedicate a fascioni paraurti, a cui si aggiungono le luci diurne con tecnologia LED e la mascherina di nuovo disegno, con quest’ultima che separa i fari ridisegnati e dalla forma più larga, capaci di regalare un effetto scenico più sportiveggiante alla vettura.

La vista posteriore si caratterizza invece per le luci inedite che guadagnano l’effetto 3D, inoltre la vettura può essere personalizzata con due differenti tipi di cerchi in lega da 16 pollici, uno di questi impreziosito da una finitura diamantata, mentre debuttano due nuove tonalità di blu e grigio dedicate al corpo vettura.

Osservando l’abitacolo si apprezza la razionalità e la pulizia della plancia che al centro della console ospita un display “touch” da 7 pollici dedicato al sistema di infotainment, disponibile in due versioni denominate Citroen Connect Radio e Citroen Connect Nav. La prima variante risulta compatibile con i servizi di connettività per smartphone  Android Auto e Apple CarPlay, oltre al dispositivo Mirror che permette di controllare le app sullo schermo, non mancano inoltre i comandi vocali e la possibilità di effettuare telefonate. Il Connect Nav aggiunge alle funzioni precedentemente enunciate il sistema di navigazione satellitare con mappe 3D, informazioni in tempo reale di traffico e condizioni meteo, la ricerca di punti di interesse nei luoghi visitati e l’avviso delle postazioni autovelox (servizi offerti e aggiornati dal sistema TomTom). Come optional si possono avere i sensori di parcheggio abbinati alla telecamera posteriore.

Il capitolo propulsori prevede l’uso dei benzina PureTech da 82 CV e cambio manuale e Vti da 115 CV abbinato per la prima volta al [glossario:cambio-automatico] con convertitore di coppia che sostituisce il precedente robotizzato. Sul fronte dei diesel segnaliamo invece la presenza dell‘HDi da 92 CV e del BlueHDi da 100 CV.