Renault Koleos: al Salone di Parigi si presenta in Europa

Il SUV della Losanga cambia pelle ed arriva nel Vecchio Continente

Renault Koleos: al Salone di Parigi si presenta in Europa

Tutto su: Renault Koleos

di Valerio Verdone

30 settembre 2016

Il SUV della Losanga cambia pelle ed arriva nel Vecchio Continente

La Koleos completa la gamma dei SUV Renault e al Salone di Parigi arriva con una nuova linea che riprende i canoni stilistici già visti su Megane e Talismam. Ecco allora che le forme concrete del modello precedente lasciano spazio a quelle moderne ed aggressive di quello odierno. In realtà non è una novità assoluta, ma in Europa sì, visto che arriverà alla fine del primo semestre del 2017, e così si veste a nuovo con l’allestimento Initiale Paris specifico per il Vecchio Continente.

Fari a LED, cofano anteriore scolpito e fiancata muscolosa sono il suo biglietto da visita, mentre all’interno spiccano lo schermo verticale dell’Infotainment e la strumentazione digitale. Rispetto alla Kadjar, da cui deriva, è più lunga di 23 cm, ed i 4,67 m totali si fanno sentire a livello di spazio per le ginocchia dei passeggeri posteriori, anche il bagagliaio ne beneficia con 600 litri utili.

Realizzata in Corea e venduta in tutto il mondo, presenta una gamma motori con 2 unità a benzina di 2 litri e 2,5  litri, rispettivamente da 140 e 170 CV, e 2 motorizzazioni diesel, un 1.6 da 130 CV ed un 2 litri da 175 CV. Al momento, non è chiaro se tutte arriveranno in Europa, mentre è ufficiale che la trazione integrale sarà abbinata anche al [glossario:cambio-automatico] CVT per migliorare l’efficienza nelle situazioni difficili: una soluzione non disponibile sulla Kdajar.

Proposta anche nella variante 2WD, la Koleos di nuova generazione, costruita in Corea, è più alta da terra rispetto alla Kdajar da cui origina (213 mm), e questo le consente di muoversi più agevolmente in fuoristrada. Per soddisfare le velleità dinamiche degli automobilisti europei, la Koleos per il Vecchio Continente presenta un cambio più rapido, ma non i 7 posti, un po’ per non sacrificare il design, un po’ per non cannibalizzare l’Espace e un po’ per non ridurre lo spazio per i passeggeri posteriori.

In futuro sarà ibrida, ma non prima del 2019-2020, mentre il prezzo di colloca tra quello della Talisman e quello dell’Espace, ma ancora non è stato rivelato. La sua missione è quella di fare concorrenza ai SUV coreani e giapponesi, ma anche alle nuove proposte a ruote alte di Peugeot e Skoda, ed ai SUV teutonici come Audi A5 e Mercedesl GLC.