Mini Clubman John Cooper Works: 231 CV e tanto spazio

Anche la più spaziosa delle Mini viene declinata nella variante sportiva John Cooper Works da 231 CV.

Mini Clubman John Cooper Works: 231 CV e tanto spazio

Tutto su: MINI Clubman

di Francesco Donnici

23 settembre 2016

Anche la più spaziosa delle Mini viene declinata nella variante sportiva John Cooper Works da 231 CV.

Le varianti sportive John Cooper Works (JWC) della Mini strizzano l’occhio allo spazio e alla versatilità con il debutto della nuova Mini Clubman John Cooper Works, capace di mescolare la potenza di un motore da 231 CV con le qualità di una station wagon dalle forme compatte.

La Clubman John Cooper Works misura 4.253 mm in lunghezza, 1.800 mm in larghezza e 1.441 mm in altezza, con un passo di 2.670 mm, vanta inoltre le porte battezzate “split doors” che permettono di accedere ad un vano bagagli da 360 litri, aumentabili fino a quota 1.250 litri. Questa caratteristica viene abbinata ad un’estetica decisamente sportiva, fatta di feritoie di grandi dimensioni posizionate sul frontale, [glossario:minigonne] sportive, grigli frontale a nido d’ape, splitter anteriore e [glossario:spoiler] posteriore, [glossario:estrattore] d’aria e doppio scarico sportivo centrale, senza dimenticare i badge JWC sparsi sul copro vettura.

La sportività firmata JWC viene ripresa anche nell’abitacolo, dove troviamo l’ormai tipica strumentazione circolare posizionata nel cuore della console centrale dove si trova incastonato un display da 6,5 pollici a colori (optional da 8,8 pollici), inoltre come optional si può avere l’head-up display personalizzato JCW. Richiami dal gusto “racing” provengono dai sedili sportivi con poggiatesta integrato, rivestiti con tessuto e Dinamica/Carbon Black, volante in pelle e profili specifici per i pannelli porta. L’ambiente risulta ancora più raffinato con il battitacco specifico JCW e soprattutto illuminazione interna personalizzabile inclusa nel pacchetto Mini Excitement, mentre l’intrattenimento viene assicurato dalla radio Mini Visual Boost, controllabile anche tramite i tasti multifunzione posti sul volante.

Sotto il cofano si nasconde il motore a benzina 2.0 litri turbo a quattro cilindri da 231 CV: secondo i dati rilasciati dal Costruttore la vettura scatta da 0 a 100 km/h in soli 6,3 secondi e raggiunge i 238 km/h di velocità massima, mentre i consumi nel ciclo misto risultano rispettivamente pari a 7,4 l/100 km (6,8 con il [glossario:cambio-automatico] a 8 marce). Non manca il controllo di trazione con funzione Dynamic, il differenziale autobloccante elettronico  e il Performance Control  che permette di   odificare le risposte dell’acceleratore, dello sterzo e del cambio.

Il debutto ufficiale della Mini Clubman John Cooper Works è stato fissato al Salone di Parigi 2016 che aprirà i battenti il prossimo primo di ottobre.