Psa: nel 2018 un nuovo crossover Citroen

Negli impianti di Rennes, a fianco di Citroen E-Méhari e Peugeot 5008, la futura crossover "C84" che fa parte del piano di rinnovamento "Push to Pass"

Citroen C4 Aircross, nuove immagini ufficiali

Altre foto »

Un inedito crossover da allestire sulla piattaforma EMP2, a completamento della futura produzione di Peugeot 5008 e Citroen E-Méhari. Ecco, in estrema sintesi, il programma che viene annunciato dai vertici del Gruppo Psa relativo alla messa in produzione del terzo modello negli stabilimenti francesi di Rennes.

L'annuncio, di queste ore, riguarda lo sviluppo di "C84", sigla interna con la quale è stata codificata la nuova vettura che fa parte della strategia di debutto per dodici nuovi modelli attesi entro il 2021 e che fanno parte del programma "Push to Pass" anticipato ad aprile.

La "C84" viene, per il momento, semplicemente anticipata nelle linee generali relative a una parte dell'impostazione tecnologica. Può essere che il suo ruolo sia di futura erede di Citroen C4 Aircross, modello sviluppato in seguito a una joint venture con Mitsubishi, con la diferenza (di non poco conto) che in questo caso si tratterà di un progetto interamente affrontato dai tecnici Psa, in ossequio alla nuova immagine di Citroen decisa a suo tempo da Carlos Tavares.

I punti - chiave, comunicati dai "piani alti" di Psa, sono: una nuova connotazione di stile e avanzati contenuti tecnologici, alla base dei quali ci sarà la piattaforma modulare EMP2 (Efficiency Modular Platform), pianale che ha debuttato nel 2013 come "ossatura" della seconda generazione di Peugeot 308 e che sarà gradualmente trasferito a gran parte della produzione Peugeot e Citroen (grazie alle differenti soluzioni di abitabilità - da due a sette posti - e dalla possibilità di studiare due diverse posizioni di guida, alta e bassa), a propulsione "tradizionale" così come ad alimentazione ibrida del tipo "Hybrid4" con motore elettrico collocato al retrotreno.

La futura crossover "C84" sarà prodotta nelle linee di montaggio di Rennes, insieme alla nuova Peugeot 5008 e alla ambiziosa Citroen E-Méhari a trazione elettrica. L'adeguamento degli impianti, comunica Psa insieme alla previsione di incremento produttivo nell'ordine del 60% entro il 2018 e un monte - produzione di 100.000 unità all'anno a pieno regime, richiederà uno stanziamento pari a 100 milioni di euro.

Il programma strategico "Push to Pass" era stato presentato dai vertici Psa all'inizio dello scorso aprile. Il progetto, che completa un primo importante riassetto fra i marchi che fanno capo al Gruppo attraverso il piano "Back to Race", si pone quale deadline il 2021 come anno nel quale sarà completato un maxi processo di rinnovamento dell'azienda.

Nel dettaglio, "Push to Pass" si concretizza, in primo luogo, nell'ufficializzazione di un nuovo logo, concepito dal Peugeot Design Lab, ad accompagnare il cambio di denominazione dell'azienda da "Psa Peugeot Citroen" (attivo dal 1991) a Gruppo Psa.

Dal punto di vista operativo, e in base alle previsioni di crescita indicate due mesi fa alla presentazione del programma (+15% di ricavi per l'intero Gruppo al 2021 e +10% già nel 2018, +6% di margine operativo), il progetto "Push to Pass" si prefigge la messa in campo di soluzioni che preludono ad importanti cambiamenti aziendali e una differenziazione fra i modelli a marchio Citroen, Peugeot e DS che sarà via via sempre maggiore, oltre a una più incisiva digitalizzazione dei servizi al cliente in modo da aggiornare e migliorare la comunicazione tenendo d'occhio i costi. Marchio per marchio, il ruolo di Peugeot sarà sempre più "generalista" di fascia alta di mercato, con un'attenzione particolare a servizi e qualità del prodotto e a un favorevole rapporto qualità - prezzo; per Citroen, gli atout che scaturiranno dal rinnovamento di immagine si incentreranno sulla personalità dei modelli, sulle innovazioni tecnologiche e sul comfort a bordo, nel contempo mantenendo una elevata competitività nei prezzi di vendita. DS, infine, in qualità di marchio premium del Gruppo proseguirà un personale percorso di sempre maggiore identificazione di un ben preciso target di clientela.

Se vuoi aggiornamenti su CITROËN inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Giorgi | 21 giugno 2016

Altro su Citroën

Citroen C-Zero: la prova su strada
Prove su strada

Citroen C-Zero: la prova su strada

Compatta e agile nel traffico, è perfetta per la città e i viaggia comodi in quattro adulti. L’autonomia non supera i 100 km.

Citroen: le novità al Motorshow di Bologna 2016
Anteprime

Citroen: le novità al Motorshow di Bologna 2016

Citroen sarà presente alla kermesse bolognese con le sue ultime novità affiancate dai modelli che hanno scritto la storia del marchio.

Citroen C-Elysee 2017: svelato il restyling
Anteprime

Citroen C-Elysee 2017: svelato il restyling

La berlina globale della Casa del Double Chevron si rinnova con un sapiente restyling che ne affina estetica e ne arricchisce la dotazione.