Mercedes AMG C63 Cabrio al Salone di New York

Fino a 510 Cv da gustare con il vento tra i capelli

Mercedes AMG C63 Cabrio al Salone di New York

di Valerio Verdone

25 marzo 2016

Fino a 510 Cv da gustare con il vento tra i capelli

La gamma della Mercedes Classe C adesso è completa, visto che la variante cattiva della versione Cabriolet, la AMG C63 è stata presentata in occasione del Salone di New York, in tutta la sua eleganza e in tutta la sua stravagante potenza garantita da un V8 a dir poco muscoloso.

Esteticamente, la scoperta della Stella a Tre Punte si distingue dalle sorelle convenzionali per via di un’aerodinamica dedicata e grazie a delle modifiche tecniche che riguardano delle carreggiate più larghe, rispettivamente di 64 mm all’anteriore e di 66 mm al posteriore. A seconda che si tratti della C63 “normale” o della S, i cerchi in lega possono essere da 18 o da 19 pollici. Nell’ultimo caso anche con la finitura Titanium Grey.

Ma è sotto il cofano che la AMG C63 rivela tutto il suo potenziale detonante. Infatti, il V8 da 4.0 litri sovralimentato è capace di scaricare a terra 476 Cv e 650 Nm e, addirittura 510 Cv e 700 Nm, nella versione S. Affiancato dal [glossario:cambio-automatico] AMG Speedshift MCT con 7 rapporti, questo propulsore consente alla scoperta teutonica di scattare da 0 a 100 km/h in appena 4,1 secondi.

Non è tutto, per rendere l’esperienza di guida più entusiasmante, la Cabriolet in questione si avvale di un impianto di scarico specifico, con tanto di valvole parzializzatrici. Chiaramente, il guidatore non può prescindere dall’AMG Dynamic Select, per selezionare la modalità di guida più adatta alla situazione, così come non può fare a meno di un impianto frenante sportivo con dischi anteriori da 390 mm che può essere ancora più performante optando per la variante in carboceramica munita di dischi anteriori da 402 mm.

In arrivo ad agosto, la Mercedes AMG C63 Cabriolet, presenta in listino, per un periodo di tempo limitato, anche la variante Edition 1.