Ford punta sulle versioni sportive

Previsto un aumento di produzione del 40% per il 2016.

Ford prevede di produrre 41.000 performance car per l'Europa nel 2016, una cifra che corrisponde all'aumento del 40% rispetto alle 29.000 realizzate nel Vecchio Continente nel 2015. Ma è indispensabile annoverare come già nello scorso anno ci fu un incremento di produzione del 62% in confronto al 2014.

Ovviamente, l'arrivo della nuova Focus RS, che ormai inizia ad uscire dalla linea di produzione di Saarlouis, in Germania, sarà determinante, ma sono da segnalare anche i 13.000 ordini della Mustang, evidentemente gradita anche in Europa, mentre mantengono inalterato il loro appeal la Focus ST e la Fiesta ST.

Il fiore all'occhiello dell'intera gamma ad alte prestazioni dell'Ovale Blu sarà la nuova GT, che è stata presentata già in precedenza come prototipo, e che a breve arriverà nella versione definitiva. Intanto, i dati di vendita risultano interessanti, con la Focus RS che ha già maturato più di 3.100 ordini, da settembre, mentre altre 250.000 persone hanno configurato una Focus RS sui siti web di Ford.

Inoltre, l'arrivo della Focus ST a gasolio, ha esteso l'interesse nei confronti delle versioni più aggressive di Casa Ford anche ad un pubblico diverso e questo non ha fatto altro che incrementarne l'apprezzamento.

Se vuoi aggiornamenti su FORD inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Valerio Verdone | 18 gennaio 2016

Altro su Ford

Ford: passato e presente al Raduno di Sperlonga 2016
Eventi

Ford: passato e presente al Raduno di Sperlonga 2016

Gli anni 60 (Consul, Anglia e OSI); gli anni 70 (Escort, Capri e Taunus); gli anni 80 (Fiesta XR2, Escort Cabrio). E l'attualità con la nuova Edge.

Ford Focus RS: la prova su strada e in pista
Prove su strada

Ford Focus RS: la prova su strada e in pista

Con il Drift Mode per guidare alla Ken Block: abbiamo provato la nuova Ford Focus RS in pista.

Ford: la guida autonoma porterà ad una migliore mobilità
Tecnica

Ford: la guida autonoma porterà ad una migliore mobilità

La Casa dell’Ovale blu punta a lanciare sul mercato entro il 2021 la sua prima vettura elettrica dotata di guida autonoma.