Audi A4 allroad quattro e h-tron quattro a Detroit 2016

Audi presenta a Detroit la nuova A4 allroad quattro e un’interessante concept a idrogeno con tanta tecnologia a bordo.

Audi A4 allroad quattro e h-tron quattro a Detroit 2016

Tutto su: Audi A4 allroad quattro

di Giuseppe Cutrone

12 gennaio 2016

Audi presenta a Detroit la nuova A4 allroad quattro e un’interessante concept a idrogeno con tanta tecnologia a bordo.

Sono due le novità che Audi ha portato al Salone di Detroit 2016, entrambe caratterizzate da una grande attenzione per le più moderne tecnologie multimediali e aperte al mondo esterno tramite i servizi di connettività integrati. 

Oltre all’esordio americano della A4 berlina, uno dei motivi d’interesse dello stand del marchio tedesco è rappresentato dalla Audi A4 allroad quattro, un modello che a Detroit fa il suo debutto in anteprima mondiale facendosi notare per l’aspetto esterno che strizza l’occhio al fuoristrada leggero. In questo senso aiuta certamente l’altezza dal suolo aumentata di 34 millimetri rispetto alle A4 “normali”, mentre la gamma motori comprende unità che arrivano fino a 272 cavalli. 

La dotazione per la sicurezza e il comfort include diversi sistemi di assistenza alla guida, compresi l’Adaptive cruise control, l’assistente al rimorchio, il sistema di assistenza all’efficienza predittiva e lo Start&Stop con l’assistente al traffico. Tra gli accessori opzionali sulla nuova Audi A4 allroad quattro non mancano invece il sistema infotelematico MMI plus con navigazione integrata e l’Audi virtual cockpit, anche se particolarmente interessanti si confermano i servizi Audi connect che mettono la vettura in collegamento con il mondo esterno tramite connettività mobile LTE. 

Il secondo motivo d’interesse di Audi a Detroit si chiama invece Audi h-tron quattro concept ed è un SUV a idrogeno che prova ad anticipare un futuro veicolo di Ingolstadt basato sulla tecnologia delle celle a combustibile. 

La propulsione avviene grazie a due motori elettrici sistemati sui due assi ed è frutto della combinazione di un sistema fuel cell da 110 chilowatt e di una batteria che aggiunge una potenza addizionale di altri 110 chilowatt.  

L’unità elettrica che agisce sull’avantreno fornisce 122 cavalli, mentre quella sistemata al retrotreno eroga 190 cavalli consentendo alla h-tron quattro concept di  accelerare fino a 100 km/h con partenza da ferma in meno di sette secondi, a fronte di un’autonomia potenziale di circa 600 chilometri. Da notare inoltre che Audi sottolinea come i tempi di rifornimento dell’idrogeno non superino i quatto minuti. 

A bordo del SUV fuel cell ci sono pure le tecnologie per la guida autonoma e il parcheggio automatizzato che debutteranno sul mercato nel 2017 a bordo della futura generazione dell’Audi A8. Al centro del sistema c’è l’unità di controllo zFAS alla quale è demandato il compito di realizzare in tempo reale un modello dell’area circostante la vettura, per poi fornire le informazioni così elaborate ai vari sistemi che si occupano di agire sui comandi assistendo il conducente o prendendo il completo controllo del veicolo. 

Il passaggio alla guida automatica avviene tuttavia in alcune fasi ben precise, come ad esempio per effettuare un parcheggio o durante la guida in un’autostrada trafficata fino a una velocità massima di 60 chilometri orari, ovvero in quelle condizioni in cui succede di dover effettuare continue fermate e ripartenze che qualsiasi conducente sarebbe lieto di lasciar fare all’elettronica di bordo.