Hyundai Ioniq: prime immagini ufficiali

In attesa dell'anteprima al Salone di Ginevra, si delinea l'identità di Ioniq, la prima Hyundai ibrida, ibrida plug-in e 100% elettrica.

Hyundai Ioniq: prime immagini ufficiali

Altre foto »

Dopo le prime anticipazioni delle scorse settimane, inizia a prendere forma la inedita Hyundai Ioniq, novità eco friendly per il Gruppo coreano che sarà svelata in anteprima assoluta al Salone di Ginevra, in programma dal 3 al 16 marzo. La nuova "media" dalle linee fastback viene svelata in queste ore nelle prime immagini ufficiali e nelle caratteristiche delle novità tecnologiche che ne accompagnano il progetto, e che confermano i render e le prime notizie che avevamo pubblicato a dicembre.

L'atout sostanziale della nuova Hyundai Ioniq riguarda la varietà di versioni che verranno proposte, e che si racchiudono sotto l'insegna dell'attenzione all'ambiene e ai consumi. Più nel dettaglio, Hyundai Ioniq sarà il primo modello ad essere proposto esclusivamente nelle declinazioni ibrida, ibrida plug-in e totalmente elettrica. Appare chiaro, a questo proposito, l'intento da parte del marchio coreano di porsi in un ruolo di concorrente nei confronti di Case auto da tempo affermate nel settore delle autovetture a basse (o a zero) emissioni, quali Toyota e Nissan, rispettivamente con Prius e Leaf, ma anche Chevrolet con Volt: a questi modeli si rivolge l'attenzione di Hyundai, che anche nel corpo vettura non nasconde finalità "da famiglia".

L'analisi delle linee esterne della nuova Hyundai Ioniq, stando alle prime immagini diffuse in queste ore, rivela una linea fastback che si ispira nella filosofia di progetto (e nelle finalità di utilizzo)  a vetture prettamente da famiglia. Da sottolineare, quale soluzione improntata a una efficace penetrazione aerodinamica, l'andamento molto inclinato del parabrezza e del lunotto, allo stesso modo della forma piuttosto arcuata del padiglione che dirada verso il portellone.

Tuttavia, sono le soluzioni tecnologiche di nuova generazione a richiamare maggiormente l'attenzione da parte di un tipo di mercato attento all'efficienza del veicolo in senso ampio. A cominciare dalla realizzazione del telaio, di nuova progettazione e creato ad hoc per ospitare tre differenti tipi di propulsione a basse emissioni. La piattaforma è stata realizzata con un ampio ricorso (al 53%) di acciai avanzati ad elevata resistenza "AHSS" (Advanced High Strenght Steel), abbinata all'ancora più leggero alluminio. Nel complesso, indicano i tecnici Hyundai, questa nuova scelta progettuale permetterebbe un risparmio fino al 45% (traducibile in oltre 12 kg) nella produzione di componenti non strutturali come il cofano, il portellone posteriore ed altri elementi delle sospensioni. Nelle aree dove è invece necessario assorbire al massimo l'energia sprigionata in caso d'urto od incidente, è stato impiegato acciaio ad alta resistenza di ultimissima generazione.

Per garantire un ottimale assetto in ordine di marcia mediante un baricentro il più possibile bilanciato, le batterie necessarie all'alimentazione delle unità elettriche chiamate ad equipaggiare le tre versioni di Hyundai Ioniq vengono collocate all'interno del pianale e verso l'avantreno. Inoltre, l'assetto della nuova Hyundai Ioniq si avvale, al posteriore, di uno schema Multilink a doppi bracci inferiori.

Sotto il cofano, la nuova Hyundai Ioniq in versione ibrida e ibrida plug - in sarà equipaggiata con il nuovo 4 cilindri da 1,6 litri GDi della serie "Kappa". Questa unità, di recente progettazione, è stata impostata espressamente da Hyundai per l'ibridazione e, dunque, per abbinarsi al meglio con i motori elettrici di nuova generazione. Si segnala, in particolare, la realizzazione di testata e blocco motore ora distinti e separati per ottenere un migliore raffreddamento termico e l'impiego di un impianto di iniezione diretta GDi ad alta pressione (200 bar) con iniettori e sei ugelli, in modo da ottimizzare ulteriormente i valori di consumi ed emissioni. Il 1.6 GDi "Kappa" di Hyundai Ioniq sviluppa 105 CV, e viene abbinato a una nuova unità elettrica a magneti permanenti che eroga 43,5 CV a sua volta alimentato da batterie ai polimeri di litio ad elevata capacità. Il cambio sfrutta una trasmissione Dct a doppia frizione.

Dopo la première al Salone di Ginevra, la nuova Hyundai Ioniq proseguirà in un ideale world tour che interesserà anche la prossima edizione del Salone di New York.

Se vuoi aggiornamenti su HYUNDAI inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Giorgi | 08 gennaio 2016

Altro su Hyundai

Hyundai i30 N: pensata per il Nurburgring
Anteprime

Hyundai i30 N: pensata per il Nurburgring

La vettura prenderà parte alla 24 Ore del circuito tedesco il 26 maggio.

Genesis, il brand premium di Hyundai pensa all’ibrido
Anteprime

Genesis, il brand premium di Hyundai pensa all’ibrido

Genesis, brand premium del Gruppo Hyundai, lancerà nel prossimo futuro una serie di modelli ibridi plug-in.

Hyundai Tucson, in tour con la Coppa degli Europei
Curiosità

Hyundai Tucson, in tour con la Coppa degli Europei

La Casa coreana porterà scorterà la Coppa degli Europei verso 11 città francesi che ospiteranno le partite preliminari del torneo.