Mercedes E 63 AMG station wagon: la vedremo a Febbraio

E' ancora presto per conoscere il prezzo di vendita dell'ultima nata di Affalterbach. Per il momento analizziamola

Mercedes E63 AMG Station Wagon

Altre foto »

Dedicata ai super appassionati (e facoltosi) che amano la guida estrema e in tutta sicurezza, circondati da lusso e sportività. Prestazioni da supercar e potenza a badilate.

Ecco come si presenta la Mercedes Classe E Station Wagon “arrangiata” dalla AMG. Per la berlina di Stoccarda, presentata in anteprima al salone di Francoforte come terza versione (in ordine di tempo) dopo la berlina (anch'essa oggetto delle “cure” AMG) e la coupé, la kermesse tedesca ha costituito una ghiotta occasione per mostrare ai visitatori un assaggio della strapotente evoluzione in chiave sportiva della station wagon, che sarà in vendita a Febbraio 2010 a un prezzo che non è ancora stato comunicato, ma sul quale si può giurare che sarà alla portata di poche tasche.

Allo stesso modo, sarà sfruttabile da pochi questa versione della recentissima station wagon della Casa della Stella a tre punte, una vettura che ha rinunciato all'immagine di “familiare” di lusso per indossare un impegnativo abito da corsa e che è destinata a confrontarsi con analoghe “berline di gusto racing” (Audi RS6 Avant da 580 CV, BMW M5 Touring da 507 CV).

Tecnologia, potenza e sportività

Tre priorità che la AMG tiene sempre in considerazione sono una ricerca alla continua innovazione tecnologica, potenza da vendere e grande sportività. Il tutto viene mixato sotto le mentite spoglie di una berlina. Il motore della Classe E AMG station wagon è il V8 da 6,3 litri (6208 cc) già montato su altre vetture che portano la “firma” del reparto sportivo della Mercedes che, accoppiato a un cambio Speedshift (utilizzabile in modalità manuale a sette rapporti, conferisce alla “wagon” di Stoccarda la potenza di 525 CV, una cifra che le permette di essere proiettata da 0 a 100 km/h in 4,6 secondi. A questi valori, corrisponderebbe una velocità massima da supercar, che invece è stata prudentemente limitata a 250 km/h

Rifiniture da supercar

Ad una prima occhiata, si direbbe che la Classe E station wagon AMG, sotto un'aria da supersportiva, presenti anche un notevole appeal. In effetti, a ben guardare, si nota che il design denota una sportività senza compromessi, che conferisce al corpo vettura un carattere particolarmente dinamico (del resto, questa è una caratteristica comune alle altre “elaborazioni” dell'Azienda di Affalterbach).

All'esterno, si notano subito i parafanghi allargati (di 17 mm), lo spoiler anteriore con larghe “feritoie” per la deportanza dell'aria e luci diurne a Led, le “minigonne” laterali e il “grembiule” posteriore con diffusore: si tratta, in sostanza, dei marchi di fabbrica della AMG, inseparabili dall'impianto di scarico esclusivo a doppi terminali cromati.

Un bagagliaio da “tutto carico”

Si può pensare a un utilizzo di questa supercar per i lunghi viaggi? Sì, basta avere la disponibilità economica... Per il resto, l'interno della vettura non pone problemi di sorta. Cinque occupanti adulti ci stanno come in un salotto, le dimensioni dell'abitacolo offrono spazio a volontà. E se si hanno dei bagagli, non resta che considerare la capienza del baule: il vano bagagli offre un volume di carico che va da 695 a 1950 litri (con l'abbattimento dei sedili posteriori).

L'abitacolo, che riflette gli atout di eleganza e sportività della vettura, presenta i sedili anatomici regolabili elettricamente, il volante AMG a quattro razze con comandi del cambio integrati e la Drive – Unit, un sistema che incorpora le regolazioni dell'assetto e, come novità, la leva del cambio E -Select sulla consolle centrale a comando Drive – by – Wire, che permette di scegliere i comandi R, N e D del cambio.

Tre modalità di assetto

Una vettura come la Classe E AMG ha bisogno di un assetto adeguato alle sue prestazioni. Niente di meglio, in questo caso, dell'allargamento di 56 mm della carreggiata anteriore, una barra stabilizzatrice di maggiori dimensioni, nuovi “puntoni” posteriori per un camber maggiormente negativo al retrotreno e di un nuovo sistema di sospensioni a gestione elettronica, in grado di variare in maniera automatica la taratura degli ammortizzatori, a seconda delle differenti condizioni di guida e del fondo stradale. L'assetto adottato dalla “super station” di Affalterbach prevede un adeguamento fra agilità e comfort di viaggio. Il conducente, attraverso un pulsante, è in grado di scegliere fra tre tipologie di assetto: Comfort, Sport e Sport Plus. Fra i dispositivi di nuova generazione presenti di serie, da segnalare un sistema di controllo elettronico della stabilità ESP a tre stadi, simile in tutto e per tutto a quelli già montati sulla SL 63 AMG e sulla C 63 AMG.

Equipaggiamento: l'imbarazzo della scelta

A richiesta è disponibili l'AMG Performance Studio che comprende cerchi in lega AMG da 19”, in luogo dei 18” di serie, per pneumatici da 255/35 all'anteriore e 285/30 al posteriore, l'impianto frenante con dischi in carbonio e ceramica e pinze verniciate di rosso, il differenziale autobloccante al 40 per cento a controllo elettronico, il volante AMG Performance a tre razze e inserti in Alcantara, modanature in carbonio sulla plancia e l'AMG Driver's Package, che comprende un kit di aumento della velocità a 280 km/h ottenuto mediante la sostituzione della Eprom della centralina e la partecipazione ai corsi di guida sportiva e sicura della AMG Driving Academy. Per i clienti più raffinati è disponibile un assortimento che prevede rivestimenti in pelle nappa di sedili, parte superiore della plancia, linee di cintura, braccioli delle porte e consolle centrale, i dispositivi di assistenza alla guida, l'avviamento keyless, l'interfaccia multimediale, la telecamera di retromarcia per il dispositivo parktronic e l'impianto stereo Surround Sound System.

Sarebbe una cosa positiva, a questo punto, conoscere il prezzo di vendita di questa versione super esclusiva della Classe E station wagon. Bisognerà, invece, attendere ancora qualche mese.

Se vuoi aggiornamenti su MERCEDES-BENZ CLASSE E inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Giorgi | 15 ottobre 2009

Altro su Mercedes-Benz Classe E

Mercedes-Benz Classe E 220d Auto AMG Line: la prova su strada
Prove su strada

Mercedes-Benz Classe E 220d Auto AMG Line: la prova su strada

La grande berlina tedesca è migliorata in tutto, con uno stile meno "ingessato" dell’ultima generazione, con tecnologie di livello e un motore diesel vero "cuore" di gamma.

Mercedes Classe E Station Wagon 2016: primo contatto
Ultimi arrivi

Mercedes Classe E Station Wagon 2016: primo contatto

La nuova wagon tedesca convince per il suo stile accattivante e stupisce per l’iniezione di sistemi elettronici dedicati alla guida autonoma.

Mercedes-AMG Classe E 63: fino a 612 CV
Anteprime

Mercedes-AMG Classe E 63: fino a 612 CV

La berlina sportiva della Stella a Tre Punte sarà solo integrale per un’accelerazione da supercar