Nuova Mini Clubman 2016: dati tecnici e immagini ufficiali

La nuova generazione della Mini Clubman cresce di dimensioni per aumentare l’abitabilità interna e viene farcita con tanta tecnologia.

Nuova Mini Clubman: foto ufficiali inedite

Altre foto »

La gamma Mini si aggiorna con l'introduzione della nuova generazione della Mini Clubman, vettura ispirata alla storica versione del 1969 e capace di mescolare in modo sapiente e molto originale il segmento delle station wagon con quelle delle citycar. Il Gruppo Bmw - di cui fa parte anche Mini - sta puntando molto sulle vetture versatili e spaziose, come  dimostra il proliferarsi SUV appartenenti alla famiglia "X" e  le monovolumi della serie  Active e Gran Tourer, senza dimenticare ovviamente la Clubman.

Realizzata sul nuovo pianale UKL studiato per la trazione anteriore, la nuova Mini Clubman guadagna 27 cm in lunghezza - per un totale di circa 4,2 metri - e ben 9 cm di passo, offrendo in questo modo un'abitabilità decisamente più spaziosa rispetto alla versione che sostituisce. Un'altra novità arriva dalle portiere, la soluzione di apertura  "a libro" è stata abbandonata per quelle laterali e mantenuta per le porte dedicate al bagagliaio. La versatilità è invece aumentata grazie all'ingegnoso sistema di apertura delle due portiere posteriori dedicate al vano bagagli, azionabile tramite un semplice movimento del piede: se si desidera aprirne una sola, bisogna muovere l'arto inferiore una sola volta, mentre se si desidera aprirle entrambe bisogna effettuare un doppio movimento del piede. Passando alla capacità del vano bagagli, scopriamo che l'ampiezza di quest'ultimo può variare da un minimo di 360 litri fino ad un massimo di 1.250 litri, se si abbassa il divano posteriore.

Come anticipato in precedenza, i 9 cm in più di passo vanno a tutto vantaggio dei passeggeri posteriori, ma anche se la vettura è omologata per 5 passeggeri, in 4 si trova il giusto spazio. L'abitacolo eredita il cockpit della plancia dell'ultima generazione delle altre Mini, con la strumentazione e la consolle centrale dominati da elementi circolari. Quest'ultima ospita il sistema di infotainment MiniConnect che può esser controllato tramite l'uso di una manopola posizionata tra i due sedili anteriori. Nella versione più accessoriata del sistema multimediale la meccanica della vettura dialoga con il navigatore satellitare, settando le funzioni di motore e Cambio automatico a secondo del tracciato percorso, in modo da ottimizzare consumi ed emissioni nocive, ma solo se non è impostata la modalità più sportiva.

La nuova Mini Clubman adotta i nuovi propulsori tre cilindri a benzina dotati di sovralimentazione: il benzina 1.5 litri sulla One Clubman dispone di 102 CV, mentre sulla Cooper diventano 136 CV. Se si desidera più potenza bisogna passare al 2.0 litri da 192 CV, dedicato alla sportiva Cooper S Clubman. Sul fronte dei diesel troviamo invece la One D da 116 CV, la Cooper D da 150 CV e infine la Cooper SD da 190 CV.

Se vuoi aggiornamenti su MINI CLUBMAN inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Donnici | 25 settembre 2015

Altro su MINI Clubman

Mini Clubman John Cooper Works: 231 CV e tanto spazio
Anteprime

Mini Clubman John Cooper Works: 231 CV e tanto spazio

Anche la più spaziosa delle Mini viene declinata nella variante sportiva John Cooper Works da 231 CV.

Mini al Salone di Parigi 2016
Anteprime

Mini al Salone di Parigi 2016

Oltre alla Mini Seven, lo stand MINI al Salone di Parigi sarà animato dalla Clubman con il "vestito sportivo" John Cooper Works da 231 CV.

Mini Cooper SD Clubman: la prova su strada
Prove su strada

Mini Cooper SD Clubman: la prova su strada

Un test per mettere alla prova la versione diesel Twin Turbo della modaiola ed esclusiva Mini Cooper Clubman.