Peugeot RCZ: arriverà nella primavera del 2010

A Francoforte debutta la Peugeot RCZ, variante sportiva della 308 che arriverà nel 2010. La “Limited Edition” è già ordinabile a 35.500 euro

Peugeot RCZ: arriverà nella primavera del 2010

Tutto su: Peugeot RCZ

di Francesco Giorgi

18 settembre 2009

A Francoforte debutta la Peugeot RCZ, variante sportiva della 308 che arriverà nel 2010. La “Limited Edition” è già ordinabile a 35.500 euro

.

Al Salone di Francoforte Peugeot presenta la RCZ, evoluzione della concept che la Casa del Leone aveva presentato al Salone di Francoforte nel 2007 e che, a distanza di due anni, ripropone in versione riveduta e corretta e pronta per essere commercializzata nei primi mesi del 2010.

Lo stand della Peugeot alla kermesse tedesca, dunque, viene animato da questa sportiva di taglia piccola a 2 posti + 2 che verrà proposta nelle versioni 1.6 THP (in due varianti: Limited Edition da 156 CV e il nuovo pari cilindrata da 200 CV) e 2.0 Hdi Turbodiesel da 163 CV con filtro antiparticolato. E più avanti arriverà anche la ibrida-diesel HYbrid4.

Non è più la 308…

La Peugeot RCZ presenta un corpo vettura caratterizzato da linee dallo sviluppo tondeggiante, sul quale spiccano una doppia bombatura in corrispondenza del padiglione e del lunotto, la doppia arcata in alluminio che accompagna in un’unica soluzione il parabrezza, il tetto verniciato di nero e lo stesso lunotto (in vetro fumé), l’aspetto “massiccio” dei parafanghi (in special modo all’anteriore) che fa risaltare l’impatto frontale della vettura e, nella parte posteriore, il diffusore.

All’interno, la Peugeot RCZ offre una plancia realizzata secondo i dettami scelti per le produzioni più recenti del Marchio, accompagnato da alcuni preziosismi che possono piacere agli automobilisti amanti dell’aspetto sportivo di una vettura in ogni sua forma. La strumentazione, ad esempio, che presenta dei quadranti con lo sfondo in metallo pressato e a scritte fotoritagliate e retroilluminate. Ma anche la scelta dei rivestimenti, che a richiesta prevede un equipaggiamento integrale in pelle di nappa.

L’equipaggiamento interno prevede un nuovo sistema multimediale WIP Com 3D, impianto radio JBL Hi-Fi e la presa USB. Nonostante le dimensioni e la forma della carrozzeria, la capacità del bagagliaio è buona, in rapporto al segmento cui la RCZ appartiene: 384 litri, aumentabili a 761 se si abbattono i sedili posteriori.

Assetto sportivo

La RCZ, rispetto alla berlina 308 dalla quale deriva in parte, è più larga di 30 mm, presenta carreggiate “maggiorate” (rispettivamente di 54 e 72 mm all’anteriore e al posteriore) ed è dotata di un assetto e di una geometria decisamente sportivi: l’avantreno è di tipo McPherson, il retrotreno a barra deformabile. L’assetto è ribassato di 20mm.

I cerchi sono in lega da 18″ (in alternativa da 19″), che celano un impianto frenante formato da dischi autoventilati da 302 mm di diametro (che nella 1.6 THP da 200 CV saranno da 340 mm) e, al retrotreno, da 290 mm.

L’equipaggiamento della RCZ presenta, di serie, il sistema Hill Holder di assistenza nelle partenze in salita, dispositivo abbinato all’ESP  che, a sua volta, comprende il sistema ASR anti – pattinamento Snowmotion, il Controllo dinamico di stabilità CDS, il Ripartitore elettronico di frenata REF e l’assistenza alla frenata d’emergenza AFU.

Motorizzazioni: c’è il nuovo 1.6 da 200 CV

Ma è nella meccanica la parte più interessante di tutta la vettura, che al Salone di Francoforte viene proposta nelle tre versioni 1.6 THP e 2.0 HDi.

La gamma dei motori a benzina parte dal 1.6 THP da 156 CV, dotato di turbocompressore e a iniezione diretta, in grado di erogare una coppia massima di 240 Nm già a 1400 giri/min e valori di consumo, dichiarati, di 6,9 litri per 100 km (emissioni di CO2 pari a 159 g/km). A questo motore è abbinato un cambio manuale a sei rapporti, mentre in corrispondenza dellancio della vettura sarà disponibile anche un comando automatico sequenziale, sempre a 6 marce.

Di pari cilindrata è il nuovo 1.6 THP dotato della tecnologia Biturbo Twin – Scroll (per erogare una coppia efficace già a basso numero di giri) accoppiata al sistema VTI (variatore automatico di fase dei due alberi a camme). La potenza di questo propulsore è di 200 CV a 5800 giri/min, l’accelerazione da 0 a 100 km/h dichiarata avviene in 7,6 secondi e il consumo a ciclo medio è di 7,1 litri per 100 km. L’arrivo di questa unità è previsto per l’estate dell’anno prossimo.

L’unità a gasolio è il 2.0 HDI FAP da 163 CV. La potenza massima viene raggiunta a 3750 giri/min, la coppia è di 340 Nm a 2000 giri, ottenuta grazie alla nuova tecnologia offerta da una camera di combustione di nuovo disegno (ECCS, Extreme Conventional Combustion System), da un turbocompressore a geometria variabile e iniettori a 8 fori. Il consumo dichiarato per questa versione è di 5,4 litri a ciclo misto.

RCZ “Limited Edition”

I primi 200 esemplari saranno denominati RCZ “Limited Edition” e sono già preordinabili al Salone di Francoforte, presso la Rete o attraverso il sito Internet Peugeot.

Dotata del motore benzina 1.6 THP da 156 cv con cambio manuale a sei rapporti, la “Limited Edition” sarà numerata e beneficerà in anteprima della tinta Bianco Madreperla. Una livrea che contrasta con il tetto, rivestito per l’occasione di vero carbonio, come le conchiglie dei retrovisori che si armonizzano con il Nero Brillante della griglia del paraurti e delle pinze dei freni, il Chrome Specifique degli archetti o ancora il nero opaco dei cerchi in lega da 19″ Sortilège. Gli interni beneficiano di una selleria alto di gamma in pelle Nappa Mistral.

La RCZ “Limited Edition” è proposta in Italia al prezzo di 35.500 euro e sarà consegnata nella primavera del 2010, con l’avvio della commercializzazione.