Rolls-Royce Maharaja Phantom Drophead Coupé

Una serie limitatissima della Phantom Drophead Coupé, ispirata alle Rolls-Royce degli antichi nobili indiani, e destinata ai superricchi di Dubai.

Rolls-Royce Maharaja Phantom Drophead Coupé

di Francesco Giorgi

14 novembre 2014

Una serie limitatissima della Phantom Drophead Coupé, ispirata alle Rolls-Royce degli antichi nobili indiani, e destinata ai superricchi di Dubai.

Rolls-Royce omaggia le proprie origini di marchio preferito dai notabili indiani di tanto tempo fa, con una inedita versione della sfarzosa Phantom Drophead Coupé, la cabriolet da quasi 500.000 euro rinnovata in una edizione restyling nella prima metà del 2012. Si tratta della super – esclusiva Rolls-Royce “Maharaja” Phantom Drophead Coupé, che il marchio di Goodwood presenta in queste ore nelle immagini ufficiali e nell’esposizione delle novità stilistiche introdotte per questa inedita versione, a serie limitatissima, che sarà appannaggio esclusivo di un ristrettissimo “club” di supericchi di Dubai.

La Rolls-Royce Maharaja Phantom Drophead Coupé – il cui primo esemplare si trova esposto presso lo showroom Agmc Rolls-Royce di Dubai – è stata creata dagli artigiani di Goodwood attraverso il programma di personalizzazione “Bespoke” di Rolls-Royce, ispirandosi chiaramente alla tradizione storica del marchio, che fino alla metà del ‘900 ricevette un grande apprezzamento fra gli (ex) sovrani indiani: i Maharaja, appunto, che in una cinquantina d’anni – fino all’immediato dopoguerra – ne ordinarono un totale di 840 esemplari, la maggior parte dei quali erano caratterizzati da rifiniture esclusive e soluzioni stilistiche personalizzate.

L'”età dell’oro” dei nobili indiani che veniva rappresentata dall’opulenza delle Rolls-Royce nei rispettivi garage viene ora rinnovata nella nuova Maharaja Phantom Drophead Coupé. Il corpo vettura della “Cabrio” più sontuosa del mondo ha ricevuto una inedita tinta carrozzeria in un delicato bianco “Marmo di Carrara”, che si accompagna con una sottile modanatura orizzontale – che scorre lungo la linea di cintura – in verde smeraldo, e con l’apposizione alle fiancate di pavoni stilizzati (l’uccello nazionale dell’India). La stessa tinta verde smeraldo si incontra alla capote, che in posizione aperta si ritrae all’interno del vano posizionato dietro l’abitacolo, e che ha ricevuto un’esclusiva rifinitura in listelli di legno pregiato. L’abitacolo prosegue il suggestivo tema stilistico dell’esterno vettura: in questo caso, gli accenti in verde smeraldo e i simboli del pavone – ricamati ai poggiatesta – vengono abbinati a una combinazione in pelle color crema che domina i rivestimenti; da notare, inoltre, gli elaborati intarsi e le cuciture “a piuma di pavone” alla plancia e ai braccioli delle porte.

Ciò che non cambia nella esclusivissima Rolls-Royce Maharaja Phantom Drophead Coupé è l’impostazione powertrain. Sotto il cofano, la vettura mantiene il 6.750 cc V12 a iniezione diretta, progettato a Monaco di Baviera da Bmw. L’unità, abbinata al cambio ZF a otto rapporti che ha debuttato sulla nuova Rolls-Royce Phantom, sviluppa 460 CV e 720 Nm di coppia massima, disponibili già poco al di sopra dei  1.000 giri/min, e che vengono mantenuti costanti fino a 3.000 giri. Di rilievo, nella Rolls-Royce Maharaja Phantom Drophead Coupé come nella “normale” Drophead Coupé, il sofisticato sistema elettronico di ausili alla guida. L’equipaggiamento di serie aggiunge, alle dotazioni di Phantom “berlina”, un complesso sistema di visori (cinque telecamere a obiettivo Fish-Eye) per l’individuazione di ostacoli sulla strada, le manovre e gli angoli ciechi, collocati in corrispondenza delle curvature del paraurti anteriore, nella parte bassa degli specchi retrovisori e in corrispondenza del baule.

No votes yet.
Please wait...