Nuova Volvo XC90 al Salone di Parigi 2014

Allo stand Volvo del Salone di Parigi il nuovo Suv alto di gamma XC90 fa bella mostra di sé. Arriverà a primavera 2015. Sarà anche ibrida.

Nuova Volvo XC90 al Salone di Parigi 2014

Tutto su: Volvo XC90

di Francesco Giorgi

04 ottobre 2014

Allo stand Volvo del Salone di Parigi il nuovo Suv alto di gamma XC90 fa bella mostra di sé. Arriverà a primavera 2015. Sarà anche ibrida.

Dopo le prime anticipazioni, ecco la nuova Volvo XC90, modello che il marchio di Goteborg porta al debutto assoluto al Salone di Parigi 2014. La vettura è attesa in listino nei prossimi mesi: il “via” alla produzione è fissato per gennaio 2015, mentre le prime consegne avverranno all’inizio della prossima primavera, dopo il lancio di una versione di anteprima (Volvo XC90 “First Edition” prodotta in 1.927 esemplari. La nuova Volvo XC90 costituisce un progetto fondamentale per ritagliarsi un ruolo di competitor nel settore dei Suv alto di gamma attualmente “made in Germany” per intero.

Già a livello di corpo vettura, la nuova Volvo XC90 mette in mostra numerose novità, a cominciare dal rinnovato “logo” del marchio, le nuove luci Led a “T”, una linea di cintura più marcata e le luci posteriori di nuova forma. Consueta cura Volvo nelle rifiniture dell’abitacolo, caratterizzato da contenuti hi-tech, quale il nuovo tablet touch di ultima generazione che raggruppa in un unico strumento tutte le funzioni di connettività, compresa una nuova gamma di servizi online inediti pensati appositamente per il cliente.

Riguardo all’impostazione powertrain, la nuova Volvo XC90 si declina in due motorizzazioni (entrambe abbinate a un cambio automatico a otto rapporti e trazione integrale) della nuova famiglia di motori “Vea” (Volvo Engine Architecture) di “Drive-E“: il “T6” a benzina, realizzato in alluminio, dotato di compressore volumetrico e turbocompressore, che sviluppa 320 CV e 400 Nm di coppia massima; e un turbodiesel (“D5“) a doppio turbocompressore da 225 CV e 470 Nm.

Al Salone di Parigi, fa bella mostra di sé la ghiotta novità che vedremo in un secondo momento, cioè la Volvo XC90 “ibrida”. Per illustrarne al meglio le caratteristiche tecniche, lo stand Volvo al “Mondial de l’Automobile” presenta una versione “esplosa” dei contenuti tecnici, che possono riassumersi nell’adozione di un 2 litri a benzina turbocompresso (anch’esso “Drive-E“), chiamato in codice “T8“, abbinato a un’unità elettrica; la potenza totale sarà di 400 CV, per emissioni di Co2 nell’ordine di 60 g/km.

Quanto all’equipaggiamento, la nuova Volvo XC90 conferma la tradizione di Goteborg nei confronti della dotazione di sicurezza attiva. Da segnalare, in questo caso, due sistemi al loro debutto assoluto: il “Run – Off – Road Protection Package“, sviluppato per controllare in maniera automatica la tensione delle cinture di sicurezza nel caso di uscita di strada della vettura e permettere ai sedili di assorbire al meglio i “colpi” che arrivano dalle asperità del manto stradale; e del dispositivo di frenata automaticaCity Safety“, che amplia i sistemi di frenata automatica offerti da Volvo, attraverso la rilevazione in tempo reale della presenza di veicoli, ciclisti e pedoni che transitano davanti alla vettura, di giorno come di notte, e la conseguente frenata in prossimità degli incroci.