Opel Karl: la citycar arriva in estate

Lunga 3,68 metri, la nuova Karl sarà il modello d’accesso alla gamma Opel.

Alla Opel non si fermano più, le novità sono sempre dietro l'angolo, e così mentre attendiamo di vedere e provare la nuova Corsa, ecco che un'altra piccola viene annunciata dalla Casa del Fulmine: si tratta della Karl che arriverà in estate.

Il nome Karl è un omaggio a uno dei figli di Adam Opel, che fondò l'azienda nel 1862. Adam trasformò Opel nel più grande produttore di biciclette della Germania, mentre i figli Carl, Wilhelm e Friedrich iniziarono l'avventura aziendale nel mondo automobilistico nel 1898 e costruirono la loro prima automobile l'anno seguente.

La terza vettura di piccole dimensioni della gamma Opel andrà a completare quella parte del listino che vede protagoniste l'Adam e la nuova Corsa. Rispetto a queste due sarà posizionata più in basso e rappresenterà il modello d'accesso alla grande famiglia del Fulmine.

Con 5 porte, e un abitacolo con configurazione a 4 o 5 posti, la Karl, lunga appena 3,68 m, sembra avere tutte le carte in regola per sfidare concorrenti del calibro della nuova Toyota Aygo e delle cugine Peugeot e Citroen, tanto per fare degli esempi.

In attesa di saperne di più riguardo alle motorizzazioni e ai prezzi, aspettiamo il momento di poterla provare e valutare la sua praticità soprattutto nella guida cittadina dove sarà protagonista grazie alle dimensioni ridotte.

Se vuoi aggiornamenti su OPEL KARL inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Valerio Verdone | 11 settembre 2014

Altro su Opel Karl

Opel Karl Rocks, la citycar si veste da SUV
Anteprime

Opel Karl Rocks, la citycar si veste da SUV

La citycar tedesca allarga la propria offerta con una nuova versione che ricalca alcuni elementi tipici dei SUV.

Opel Karl Race Edition by Irmscher
Tuning

Opel Karl Race Edition by Irmscher

Solo 100 unità dai rivenditori ufficiali per la citycar del Fulmine firmata Irmscher.

Opel Karl: la prova su strada
Prove su strada

Opel Karl: la prova su strada

Abbiamo guidato la citycar del Fulmine tutta concretezza e praticità.