McLaren 650 S Spider e P1 Special Operations

Due McLaren speciali in vista del concorso d’eleganza di Pebble Beach

McLaren 650 S Spider e P1 Special Operations

di Valerio Verdone

15 agosto 2014

Due McLaren speciali in vista del concorso d’eleganza di Pebble Beach

McLaren è nota per le sue vittorie in F1 e per le sue supercar che da qualche anno stanno sfidando in un mercato di nicchia i marchi più blasonati come Ferrari, Porsche e Lamborghini. Ovviamente, per chi desidera una vettura ancora più personale, ci sono i modelli Special Operations, una sorta di atelier specializzato nel realizzare supercar in linea con i desideri del cliente.

Un esempio di queste realizzazioni è stato fornito dalla Casa di Woking con 2 modelli speciali, costruiti per clienti particolari, che saranno esposti in occasione del concorso d’eleganza di Pebble Beach, in una piazza, quella americana, decisamente importante per il mercato delle auto di lusso.

La prima è una 650 S che vanta una livrea Cerulean Blu con particolari in fibra di [glossario:carbonio] che arricchiscono il frontale, la fiancata, e la parte posteriore, dove spicca il diffusore. Ovviamente, non mancano i cerchi in lega dal disegno specifico a 10 razze e gli scarichi cromati.

All’interno troviamo una profusione di pelle, [glossario:alcantara] e fibra di carbonio, mentre spiccano le cuciture blu che adornano la plancia di questa sportiva identificata anche da una targa specifica. Completano il quadro le porzioni sotto porta con loghi specifici.

Passando alla P1, spicca la livrea grigia con richiami di color arancio che ricordano molto la parentela con le monoposto di F1, il [glossario:carter] è in oro 24 carati e la dice lunga di quanto sia preziosa questa vettura realizzata in serie limitata e dal costo così elevato che sembra imbarazzante persino scriverlo.

Anche nella P1 il [glossario:carbonio] e l’alcantara la fanno da padrona all’interno visto che il legame con il mondo racing è ancora più accentuato. In particolare troviamo i sedili con guscio in [glossario:carbonio] che garantiscono rigidità e leggerezza e le cinture a 4 punti che saranno senz’altro scomode su strada ma regalano un sostegno incredibile una volta messe le ruote in pista.

Per vederle potete sfogliare la nostra gallery, oppure andare in California dove sarà possibile ammirarle dal vivo.