Jaguar XE: la sua forza è l’alluminio

La futura berlina firmata Jaguar sarà la prima vettura del suo segmento con un telaio monoscocca realizzato per il 75% in alluminio riciclato.

Jaguar XE: la sua forza è l’alluminio

di Francesco Donnici

30 luglio 2014

La futura berlina firmata Jaguar sarà la prima vettura del suo segmento con un telaio monoscocca realizzato per il 75% in alluminio riciclato.

La nuova Jaguar XE, inedita berlina premium di segmento “D”  pronta a sfidare concorrenti del calibro di Audi A4, Bmw Serie 3 e Mercede Classe C, verrà presentata in forma ufficiale il prossimo 8 settembre, ma nel frattempo, la Casa del giaguaro sta svelando alcune delle peculiarità tecniche e tecnologiche che caratterizzeranno la futura berlina britannica.

Tra i punti di forza della Jaguar XE spicca senza dubbio il rivoluzionario telaio monoscocca, realizzato con l’utilizzo di una speciale lega in alluminio altamente riciclato, capace di offrire numerosi vantaggi, sia in termini di peso che di rigidità strutturale. Queste caratteristiche permetteranno alla vettura di offrire un piacere di guida particolarmente elevato e nello stesso tempo consentiranno un notevole abbattimento di consumi ed emissioni inquinanti.

La XE sarà infatti la prima vettura del suo segmento a vantare una scocca realizzata per il 75% in lega di alluminio leggero che secondo la casa permetterà di raggiungere un consumo nel ciclo misto di appena 4 litri ogni 100 km percorsi. Ovviamente, il merito quest’ottimo risultato non potrà essere attribuito esclusivamente all’utilizzo della nuova piattaforma, considerando la presenza della nuova serie di motori modulari battezzati Ingenium. L’inedita famiglia di propulsori firmati Jaguar comprenderà infatti una gamma di unità quattro cilindri – sia diesel che benzina – dotati di iniezione diretta, capaci di coniugare ottime prestazioni ad un’alta efficienza. Il costruttore britannico non ha diffuso ulteriori informazioni e dettagli tecnici relativi ai nuovi motori, lasciando così un alone di mistero sulla parte più interessante della meccanica della vettura.

Nelle scorse settimane avevamo inoltre anticipato alcuni dettagli sulle sospensioni che verranno usate dalla quattro porte inglese, caratterizzate nella zona anteriore dall’uso di un sistema dotato di doppio braccio trasversale, mentre al posteriore verranno impiegate le nuove sospensioni Integral Link, costruite con componenti in alluminio forgiato o pressofuso.

 

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...