Aston Martin Lagonda: in arrivo nel 2015

Aston Martin inizia a svelare l’identità della nuova Lagonda, “super berlina” che sarà confezionata “su misura” a partire dall’anno prossimo.

Aston Martin Lagonda: in arrivo nel 2015

di Francesco Giorgi

27 luglio 2014

Aston Martin inizia a svelare l’identità della nuova Lagonda, “super berlina” che sarà confezionata “su misura” a partire dall’anno prossimo.

Dopo il Suv, annunciato nei mesi scorsi, ecco la “super berlina di alta gamma“. O meglio: prima del Suv, visto che il lancio per quest’ultimo è programmato al 2017 e il nuovo modello luxury è atteso al debutto già per l’inizio dell’anno prossimo. Ed ecco come Aston Martin si appresta a proporre nuovamente sul mercato lo storico marchio Lagonda, assente dai listini dal 1989. In queste ore, i tecnici di Gaydon hanno rilasciato i primi dettagli stilistici e tecnici relativi alla nuova Lagonda, inedito modello per il quale potrebbe essere coniato il segmento “super premium“: in aperta concorrenza, cioè, con Rolls-Royce Phantom e Bentley Mulsanne; e un gradino più su anche di Aston Martin Rapide.

La vettura, finora indicata come “berlina extra lusso”, non sarà tuttavia costruita secondo “tradizionali” strategie aziendali di mercato, ma sarà un prodotto “su misura“, da realizzare dietro specifica richiesta del singolo cliente. Come se si trattasse di un capo di sartoria, la futura Lagonda sarà messa in vendita a un prezzo annunciato come “Commisurato in base all’esclusività della vettura, della sua qualità e della cura profusa dagli artigiani di Gaydon nella realizzazione di ciascun esemplare”.

E’ chiaro, alla luce di queste anticipazioni, che più che ai mercati europei o Usa, Aston Martin guarda a est: al medio oriente e agli Emirati Arabi, cioè; ma, viene da pensare, anche ai new rich russi e cinesi.

“Base di partenza” della nuova Lagonda sarà la conosciuta piattaforma VH (Vertical – Horizontal) tipica della produzione di Gaydon e che è stata finora declinata in quattro serie successive, per l’equipaggiamento dell’intera produzione recente Aston Martin ad esclusione della hypercar One – 77 e della piccola e sfortunata Cygnet. Con tutta probabilità, la versione scelta per la nuova Lagonda sarà la piattaforma VH “Generation3”, specifica del modello Rapide in quanto più lunga per poter accogliere il corpo vettura a quattro porte. La carrozzeria, secondo quanto annunciato dai tecnici di Gaydon, comprenderà dei pannelli in fibra di carbonio. Lo stile del corpo vettura, reso noto da un primo teaser, richiama in maniera chiara le sontuose linee (tradizionalmente a tre volumi) della Aston Martin Lagonda creata negli anni 80 dalla matita di William Towns.

Quanto alla motorizzazione della nuova Lagonda, l’annuncio di queste ore arrivato da Aston Martin non fa alcun riferimento ufficiale; riesce tuttavia facile immaginare che la vettura potrà essere equipaggiata con il poderoso V12 5.9 che viene montato a bordo di Rapide, DB9 e Vanquish (su potenze nell’ordine di 517, 558 e 573 CV) magari abbinato allo stesso [glossario:cambio-automatico] a sei rapporti.