Elemental RP1: la nuova sportiva inglese

La sportiva britannica è leggera ed essenziale.

Elemental RP1: la nuova sportiva inglese

di Valerio Verdone

24 giugno 2014

La sportiva britannica è leggera ed essenziale.

Non c’è niente da fare, le auto più estreme, pensate essenzialmente per la guida, nella maggior parte dei casi hanno passaporto britannico, e spesso provengono da costruttori poco noti. E’ il caso della Elemental RP1, di cui vi avevamo parlato, ma che adesso è diventata realtà.

Si tratta di una barchetta, biposto, con un accenno di parabrezza e con poco spazio al comfort. L’auto, realizzata intorno ad una vasca in fibra di carbonio, a cui sono collegate piastre in alluminio per l’attacco di sterzo e sospensioni, non lascia spazio a fraintendimenti: è fatta per correre.

Le sospensioni sono a doppio braccio oscillante con molle Eibach e [glossario:ammortizzatori] Nitron, mentre l’impianto frenante presenta dei dischi anteriori da 280 mm all’interno dei cerchi da 17 pollici che montano pneumatici 235/45R.

Dietro i sedili posteriori, dove trova spazio anche l’indispensabile casco, troviamo un 4 cilindri 2 litri turbo EcoBoost da 280 CV, ma è possibile montare anche il motore da 1 litro di derivazione motociclistica, preso in prestito da una Honda Fireblade. Il cambio è un sequenziale a 6 marce Hewland con comandi al volante.

Per il momento non sono stati divulgati i prezzi, ma a breve la notizia trapelerà di sicuro, visto che le vendite inizieranno in estate: la stagione ideale per una barchetta.