Aston Martin: la nuova DB9 arriverà nel 2016

Si prospetta la più grande offensiva di prodotto della storia del marchio.

Notizie positive per gli amanti delle sportive british, l'Aston Martin si appresta a realizzare la più grande rivoluzione commerciale della sua storia con una serie di modelli decisamente innovativi che vedranno la luce a partire dal 2016.

A debuttare sarà una vettura che rappresenta la doppia anima, elegante e sportiva, della Aston, ovvero la DB9, che arriverà nel 2016 ma non potrà andare in vendita prima del 2017, quando finalmente la vedremo circolare sulle strade.

Ma partiamo da lontano, dal piano industriale che vede una netta differenziazione di prodotto, con auto differenti nello stile e nel carattere per una gamma che ripercorre le scelte commerciali del Cavallino Rampante.

Già, la Ferrari come modello, ma un partner d'eccezione per i motori, la Mercedes-Benz AMG, che sta dominando in lungo e in largo la nuova era turbo della F1. I motori tedeschi, efficienti e potenti, nell'architettura V8 twin-turbo da 4 litri e V12 twin-turbo da 6 litri, saranno il cuore delle future vetture inglesi, ma per aderire alla nuova piattaforma che fa largo uso di alluminio, è necessario che l'architettura venga rivista per ospitarli, poiché era stata pensata per i motori Ford con cui l'accordo di fornitura s'interromperà nel 2016.

Realizzata, si dice, dagli ingegneri della Lotus, il che non dovrebbe essere un problema, tutt'altro, presenterà componenti realizzati in fusione d'alluminio e altri in alluminio stampato e formato. Inoltre, consentirà di ottenere 2 misure del passo e delle carreggiate, e una parte posteriore che potrà essere adattata a diverse tipologie di carrozzeria. Insomma, le Aston non saranno tutte uguali e a differenziarla ci penserà anche un design molto personale e moderno.

Inoltre, dalla Mercedes-Benz le nuove sportive britanniche potrebbero ereditare anche la tecnologia per rimanere al passo con i tempi, ma sempre con stile british. E si parla anche di una versione futura versione ibrida, con motore elettrico presente nella trasmissione, per rispondere alle nuove esigenze dei mercati.

Certo, per il momento si attende la nuova DB9, poi sarà la volta delle Vantage V8 e V12 e della Vanquish, nel frattempo, si spera che i profitti diano l'input per avviare nuovi progetti e allargare ulteriormente la gamma e magari, dar vita a quel SUV che potrebbe rappresentare un asso nella manica.

Se vuoi aggiornamenti su ASTON MARTIN DB9 inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Valerio Verdone | 16 giugno 2014

Altro su Aston Martin DB9

Cardi Concept 442: un vestito tutto nuovo per Aston Martin DB9
Concept

Cardi Concept 442: un vestito tutto nuovo per Aston Martin DB9

L'atelier moscovita trasforma completamente il design e la filosofia progettuale della Aston Martin DB9: il risultato è la "Cardi Concept 442".

Nuova Aston Martin DB9 GT: le immagini ufficiali
Anteprime

Nuova Aston Martin DB9 GT: le immagini ufficiali

Pronta al debutto l'inedita edizione "high performance" di DB9: la Aston Martin DB9 GT sprigiona 547 CV e raggiunge 295 km/h. Prezzi da 187.000 euro.

Aston Martin DB9 Volante Morning Frost
Anteprime

Aston Martin DB9 Volante Morning Frost

La Divisione "Q" di Aston Martin ha sviluppato una "one off" per la concessionaria di Dallas: è la "Morning Frost", tutta in bianco con inserti blu.