Mazda: nel 2017 il ritorno al Wankel con la RX-9

Una inedita coupé dalla piattaforma condivisa con Mx-5 e, soprattutto, il ritorno al motore Wankel: sarà la sportiva Mazda che debutterà nel 2017.

MAZDA RX-8

Altre foto »

A partire dal 2017 Mazda potrebbe tornare ad impiegare il motore rotativo Wankel, assente dal 2012, per una nuova coupé erede della Mazda RX-8. Il nuovo modello dovrebbe chiamarsi Mazda RX-9 e debutterà in occasione di un importante anniversario: il mezzo secolo dal lancio della coupé Mazda Cosmo Sport (1967), cioè la prima Mazda ad essere alimentata con il Wankel

Il particolare propulsore a pistone rotante, che un certo interesse aveva suscitato negli anni 60 e fino all'inizio degli anni 70 non è però mai riuscito a superare alcuni problemi, quali l'elevato consumo di carburante e di lubrificante, la coppia piuttosto "povera" e comunque sempre troppo "in alto". Per questo, insieme alle più severe norme anti-inquinamento europee e Usa, alcuni anni fa venne deciso il pensionamento (fino adesso definitivo) del motore Wankel: l'ultima vettura che ne era equipaggiata, cioè la interessante coupé quattro porte Mazda RX-8, venne tolta dal listino a giugno 2012, dopo un'ultima serie a tiratura limitata (Mazda RX-8 Spirit R).

Mazda RX-8 ha avuto un'esistenza nemmeno troppo breve: presentata in veste di concept al Salone di New York 2001, era caratterizzata dalla condivisione della piattaforma con la popolarissima spider Mazda MX-5 e, a livello di motorizzazione, dall'impiego di un motore Wankel non più turbocompresso, ma "aspirato". La versione in produzione, profondamente rivista nel telaio rispetto al prototipo di New York 2001, equipaggiata con un motore Wankel Renesis da 1.300 cc, venne mantenuta in produzione per nove anni, compreso un restyling avvenuto nel 2009.

Allo stato attuale, i tecnici Mazda sono all'opera per sviluppare un'edizione moderna del motore rotativo Wankel, senza dovere necessariamente ricorrere alla sovralimentazione. E' facile aspettarsi che la futura "Rx-9" del 2017 adotterà la tecnologia Skyactiv (motori, trasmissioni, cambi, scocche e telai riprogettati in funzione dell'attenzione ai consumi), magari accoppiata a un corpo vettura coupé a due porte - "erede" della celebre Mazda Rx-7 - anziché a quattro porte come Rx-8. La piattaforma dovrebbe restare la stessa di Mazda Mx-5, allo stesso modo della trazione, che resterà posteriore.

Se vuoi aggiornamenti su MAZDA inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Giorgi | 16 giugno 2014

Altro su Mazda

Mazda, tutte le novità al Salone di Ginevra 2017
Anteprime

Mazda, tutte le novità al Salone di Ginevra 2017

Tra le novità firmate Mazda presenti alla kermesse svizzera troveremo la nuova CX-5 e le versioni 2017 della CX-3 e Mazda2.

Mazda MX-5 RF: il fascino retrò incontra la sportività
Ultimi arrivi

Mazda MX-5 RF: il fascino retrò incontra la sportività

In 13 secondi si trasforma da coupé a spider, ma la sua vocazione non cambia mai. E' bella e sa regalare vere emozioni di guida.

Mazda HCCI: dal 2018 motori senza candele
Play

Mazda HCCI: dal 2018 motori senza candele

Il sistema HCCI che equipaggerà i futuri motori SKYACTIV a benzina permetterà di abbattere i consumi del 30%.