Infiniti: allo studio un inedito crossover

Il marchio luxury di Nissan sta per dare il via allo sviluppo di una piccola crossover (con piattaforma Nissan Juke) da collocare al di sotto di Qx50.

Infiniti: allo studio un inedito crossover

Tutto su: Infiniti

di Francesco Giorgi

07 maggio 2014

Il marchio luxury di Nissan sta per dare il via allo sviluppo di una piccola crossover (con piattaforma Nissan Juke) da collocare al di sotto di Qx50.

Il marchio Infiniti, secondo alcune indiscrezioni che compaiono in queste ore sul Web, starebbe sviluppando un “mini-crossover“, da collocare nella propria lineup di modelli al di sotto di Qx50.

La notizia trova conferma nelle parole del vicepresidente di Nissan, Andy Palmer, per il quale Infiniti ha sul proprio taccuino degli impegni la delibera di un inedito modello da collocare al punto di ingresso della propria gamma: una vettura, per la quale non si sa nulla riguardo all’impostazione estetica né powertrain, che potrebbe debuttare nell’appetibile mercato cinese, per poi essere “esportata” negli altri Paesi. D’altro canto, non si tratta di una novità in senso assoluto, quanto la conferma della possibilità avanzata dallo stesso Palmer all’ultimo Salone di Pechino, durante il quale il numero due di Nissan si era dichiarato possibilista sullo sviluppo di una “Infiniti Qx30” (la chiamiamo così per meglio definirne la distanza da Qx50 che ad oggi rappresenta la soglia d’accesso all’offerta Crossover di Infiniti).

E’ tuttavia possibile ipotizzare che la futura “baby Crossover” di Infiniti potrà essere sviluppata sulla piattaforma di Nissan Juke, la “Bo – Platform” che il marchio giapponese condivide con il partner tecnologico Renault: si tratta di un progetto ormai collaudato, che grazie ai suoi contenuti tecnologici e alle dimensioni compatte (Nissan Juke misura 4,13 m di lunghezza e 1,76 m di larghezza) si presterebbe bene per lo sviluppo di una inedita, piccola crossover alto di gamma.