Honda HR-V, il debutto a New York

La casa giapponese punta al segmento dei SUV compatti con l’inedita HR-V, che debutta in occasione della kermesse newyorkese.

Honda HR-V, il debutto a New York

Tutto su: Honda HR-V

di Francesco Donnici

18 aprile 2014

La casa giapponese punta al segmento dei SUV compatti con l’inedita HR-V, che debutta in occasione della kermesse newyorkese.

Debutta al Salone di New York 2014 la nuova Honda HR-V, inedito SUV della Casa dell’Ala, pronto ad inserirsi nell’affollato e promettente segmento occupato da vetture del calibro di Opel Mokka, Ford EcoSport, e Suzuki S-Cross. Battezzata con il medesimo nome del crossover Honda prodotto dal 1999 al 2005, la HR-V debutterà il prossimo inverno negli USA, mentre le unità destinate al Vecchio continente verranno esportate in un secondo momento, probabilmente entro la fine del 2015.

L’estetica della vettura sfoggia un carattere aggressivo che si distingue per l’uso di tagli netti e spigoli vivi, mescolati con sapienza alle nervature di cofano motore e fiancate. Inoltre, la grande calandra anteriore, separata dai proiettori affilati e sfuggenti, contribuisce all’aspetto grintoso dell’insieme. Lunga 4,29 cm, il crossover nipponico offre un abitacolo spazioso e al contempo particolarmente versatile: grazie al sistema “Magic Seat” risulta possibile modificare la posizione dei sedili in diverse configurazione, tra cui quella di ripiegare la seconda fila sul pianale per ottenere un vano completamente piatto e regolare. Prodotta nel nuovo stabilimento del Costruttore nipponico di Caleya, in Messico, la Honda HR-V sfrutta un inedito pianale modulare che sarà condiviso anche dalla prossima generazione della Jazz, attesa anch’essa nel 2015.

Le specifiche tecniche relative agli esemplari destinati al mercato europeo non sono state ancora comunicate dalla Casa, anche se con ogni probabilità verranno diramate nelle prossime settimane.