Nuova Chevrolet Corvette Z06 Convertible

Al Salone di New York Chevrolet presenterà la nuova Corvette Z06 Convertible, versione “a cielo aperto” della Z06 Coupé vista al Salone di Detroit.

Nuova Chevrolet Corvette Z06 Convertible

di Francesco Giorgi

14 aprile 2014

Al Salone di New York Chevrolet presenterà la nuova Corvette Z06 Convertible, versione “a cielo aperto” della Z06 Coupé vista al Salone di Detroit.

Dopo la Z06, esposta lo scorso gennaio a Detroit, Chevrolet raddoppia: il marchio del Cravattino si prepara ad offrire agli appassionati la possibilità di accaparrarsi la versione più performante di Corvette in una esclusiva declinazione Cabrio. Si tratta di Chevrolet Corvette Z06 Convertible, che sarà presentata in anteprima ufficiale, nei prossimi giorni, al Salone di New York, in programma dal 18 al 27 aprile.

La nuova Chevrolet Z06 Convertible MY 2014 riprende la denominazione di una precedente Z06 “a cielo aperto” del 1963: un’assenza di oltre mezzo secolo, che ha portato Chevrolet a confezionare questa “Convertible” direttamente sulla meccanica e sul telaio della nuova Z06 Coupé.

A livello stilistico, la Z06 Convertible mette in mostra la nuova capote in tela, disponibile in quattro diverse tinte, per la quale il movimento “apri – chiudi” può essere effettuato fino a una velocità di 50 km/h. A questa novità si accompagnano i nuovi pannelli aerodinamici che trovano posto dietro i due sedili, che si aprono al momento di chiudere la capote. Esteticamente identica rispetto alla Z06 Coupé, la nuova Chevrolet Z06 Convertible ne mantiene il telaio in alluminio, irrobustito in confronto alla serie precedente, e per il quale, in virtù di questo, non si è reso necessario alcun rinforzo (come spesso avviene nello sviluppo di vetture “aperte” che derivano da versioni chiuse).

Sotto il cofano, anche l’architettura powertrain rimane la stessa (ultraperformante) della nuova Z06 Coupé: l’LT4 V8 da 6,2 litri a iniezione diretta, sistema “Active Fuel Management” (dispositivo elettronico che ai bassi – medi regimi taglia fino a 4 cilindri, per garantire un relativo risparmio in termini di consumi ed emissioni) e fasatura variabile continua, realizzato con l’impiego di pistoni in alluminio, valvole in titanio e lubrificazione a [glossario:carter] secco: un’unità sovralimentata con turbocompressore che eroga una potenza di ben 625 CV e 861 Nm di coppia massima. La trazione è, “ovviamente”, posteriore; la trasmissione si avvale di un cambio automatico a otto rapporti, ottimizzato per una risposta più sportiva possibile adeguata al V8 “big block” della nuova Z06.

L’assetto della nuova Chevrolet Corvette Z06 Convertible riprende quello già visto nei mesi scorsi sulla imminente Z06 Coupé: lo schema delle sospensioni è derivato da quello impiegato sulla Corvette Stingray, seppure leggermente modificato in termini di rigidità e guidabilità per venire incontro alle esigenze di maggiore potenza della nuova Z06. A contribuire alla messa a terra di oltre 600 CV, concorrono il differenziale autobloccante a controllo elettronico e un set di pneumatici da 205/30 ZR 19 all’anteriore e 335/25 ZR 20 al posteriore: questi ultimi evidenziano in misura ancora maggiore le carreggiate, allargate di 56 mm (anteriore) e 80 mm (posteriore).