Ford Mustang Cabrio 2014 al Salone di Ginevra

La celebre pony car americana si prepara a conquistare il cuore degli europei con l’inedita variante cabrio presentata a Ginevra.

Ford Mustang Cabrio 2014 al Salone di Ginevra

di Francesco Donnici

06 marzo 2014

La celebre pony car americana si prepara a conquistare il cuore degli europei con l’inedita variante cabrio presentata a Ginevra.

Ford non poteva trovare palcoscenico migliore del Salone di Ginevra 2014 per presentare in Europa la nuova ed affascinante Ford Mustang Cabrio 2014, ovvero la variante con tetto in tela della sesta generazione della celebre pony car americana. 

Il design della nuova Ford Mustang Cabrio è decisamente eccezionale, perché esprime nel migliore dei modi l’evoluzione di un auto simbolo che per oltre 50 anni ha rappresentato nell’immaginario collettivo lo spirito libero e sportivo del dell’automobilismo americano. Rispetto alla generazione che sostituisce, il frontale della nuova Mustang non è stato stravolto, ma semplicemente affinato, diventando così più filante e dinamico. I fari sottili e sfuggenti si raccordano in modo armonico con la mascherina a nido d’ape che ospita il simbolo del cavallo che da il nome a questa vettura. Anche la parte posteriore risulta molto riuscita, grazie anche ai nuovi proiettori che richiamano chiaramente quelli della Mustang del 1967, mentre la fiancata muscolosa e scolpita racchiude tutto il senso di potenza dell’auto.

La capote utilizzata sulla Mustang Cabrio vanta una speciale copertura multistrato che va ad aggiungersi  alla tela standard, in modo da offrire un elevato comfort acustico e il miglior isolamento dalle intemperie. L’abitacolo, curato e tecnologico, riprende le stesse forme e la medesima dotazione di quello visto sulla variante coupè, compreso la presenza del sistema multimediale Sync 2, abbinato ad un enorme schermo “touch” da otto pollici, da cui è possibile controllare il sistema di navigazione, la telefonia mobile e l’impianto audio ad alta fedeltà dotato di 12 altoparlanti.  

Passando al capitolo “propulsori”, la Mustang Cabrio si presenta nella città svizzera con un’unità consona alle esigenze del mercato del vecchio continente, ovvero il nuovo EcoBoost 2.3 litri sovralimentato, capace di offire costi di gestione piuttosto accettabili. Questa unità vanta l’iniezione diretta del carburante e la fasatura variabile delle valvole, oltre che il già citato turbo compressore: il risultato si traduce in consumi non esagerati e prestazioni da vera sportiva, grazie ai 309 CV e ai 407 Nm di coppia massima disponibile sull’asse posteriore dell’auto. Non poteva mancare anche il classico V8 da 5.0 litri che equipaggia la versione GT, in grado di scaricare la bellezza di 426 CV e 529 Nm di coppia massima, ovvero i giusti ingredienti che trasformano la Mustang Cabrio in una muscle car di razza.

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...