Aston Martin Vulcan: la versione stradale non si farà

Spariscono le ipotesi di una variante stradale della sportiva di Gaydon

La notizia è ufficiale: l'Aston Martin Vulcan rimarrà una belva da pista, non sarà addomesticata per consentirne anche un utilizzo stradale. Lo hanno fatto sapere direttamente i vertici della Casa inglese in una dichiarazione ufficiale pubblicata da Top Gear.

Il tono è formale e decisamente categorico: "ci hanno chiesto di convertire l'auto in un modello stradale. Non ci sono però piani di sviluppo per una versione simile e i nostri ingegneri sono focalizzati esclusivamente sul creare la supercar Aston Martin definitiva per la pista".

Dunque, i 24 nababbi che avranno l'opportunità di guidare questa Aston Martin spinta da un V12 da ben 7 litri di cilindrata, dovranno accontentarsi di scatenarla nei circuiti e di non poterla sfoggiare in serate mondane.

D'altra parte, la sua mise estrema non si presta minimamente alla circolazione stradale, in quanto basterebbe il minimo avvallamento per rovinare preziose componenti aerodinamiche in fibra di carbonio.

 

 

 

 

Se vuoi aggiornamenti su ASTON MARTIN inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Valerio Verdone | 04 agosto 2015

Altro su Aston Martin

Aston Martin DB4 GT Continuation: in arrivo 25 esemplari della storica sportiva
Anteprime

Aston Martin DB4 GT Continuation: in arrivo 25 esemplari della storica sportiva

La Aston Martin Works Heritage Division realizzerà 25 esemplari della storica DB4 GT.

Aston Martin Vanquish S: 600 CV al Salone di Los Angeles
Anteprime

Aston Martin Vanquish S: 600 CV al Salone di Los Angeles

Nuova versione alto di gamma per Vanquish: l'aggiornamento al V12 6.0 e un inedito bodykit in carbonio sottolineano l'immagine della Gt di Gaydon.

Aston Martin e Red Bull, insieme per la AM-RB001
Anteprime

Aston Martin e Red Bull, insieme per la AM-RB001

Accelerazione da 0 a 320 km/h in soli 10 secondi per la nuova hypercar progettata da Aston Martin in collaborazione Adrian Newey.