Nuova Clio a Ginevra

A un mese dal Salone svizzero, Renault esce allo scoperto con il restyling 2009

Nuova Clio a Ginevra

di Redazione

06 febbraio 2009

A un mese dal Salone svizzero, Renault esce allo scoperto con il restyling 2009

.

A circa quattro anni dalla nascita del nuovo modello, Renault lancia il restyling della Clio.

Anticipata da qualche foto-spia nei giorni scorsi, la nuova veste della piccola della Casa francese sarà presentata il prossimo marzo al Salone di Ginevra: un nuovo frontale e nuovi anche i proiettori che si allungano sinuosi fin sopra i passaruota, il tutto mutuato dalla sorella maggiore Mégane.

Anche la parte posteriore riprende le linee squadrate e leggermente sporgenti viste sulla Mégane, ma con un vistoso richiamo alla Clio attualmente in commercio soprattutto per i gruppi ottici.

Le nuove forme fanno aumentare i volumi interni a tutto vantaggio di spazio e comfort di marcia: la nuova Clio si annuncia costruita sugli standard che hanno portato la Clio III a vincere il premio “Auto dell’Anno 2006“: robustezza, grande abitabilità in relazione alla categoria e affidabilità.

Proprio all’interno, poi, si registrano alcune variazioni stilistiche sulla plancia e sulle colorazioni disponibili per i rivestimenti.

In più, Renault, offre la possibilità di integrare nella plancia lo schermo da 5,8” del navigatore satellitare TomTom Carminat con funzione di rilevamento autovelox, facilmente aggiornabile tramite internet, ad un prezzo inferiore ai 500 euro.

La gamma dei motori, almeno inizialmente, non dovrebbe subire grosse variazioni (solo un aggiornamento delle potenze per i Diesel), eccezion fatta per l’introduzione di un 1.4 litri turbo tutto pepe e brio da 130 CV. Il motore, già installato con successo sulla Mégane, sarà montato sulla nuova Clio GT che, oltre a sospensioni specifiche, sarà ampiamente riconoscibile grazie alla caratterizzazione racing di interni ed esterni: doppio scarico, spoiler, pedaliera in alluminio e sedili con supporti laterali più estesi rispetto alla dotazione standard.