Lada XRAY: pubblicata la prima immagine degli interni

Il Costruttore russo ha diramato la prima immagine che immortala gli interni della suo inedito modello.

Lada XRay Concept

Altre foto »

Lada, brand con cui vengono distribuite in Europa Occidentale le autovetture del Costruttore automobilistico russo AutoVAZ (acronimo di Fabbrica Automobilistica del Volga), ha diramato la prima immagine che immortala l'abitacolo del futuro modello battezzato XRAY.

Basata sulla Dacia Sandero Stepway, la Lada XRAY andrà in produzione il prossimo mese, mentre le vendite della vettura partiranno all'inizio del 2016. L'immagine a nostra disposizione ci mostra un abitacolo ben realizzato e senza fronzoli che richiama l'impostazione razionale dei modelli Dacia. I dettagli sono ben rifiniti e i componenti sembrano di buona fattura, come dimostra la presenza del volante in pelle e dell'impianto audio dotato di lettore CD-Mp3 e ingresso Aux e USB.  

La vettura sarà offerta con due propulsori a benzina aspirati: l'entry level 1.6 litri da 114CV e il 1.8 litri da 122 CV, entrambi abbinabili ad un cambio manuale o in alternativa ad un automatico. La XRAY sarà inoltre disponibile con la trazione anteriore o con la trazione integrale derivata dalla Dacia Duster.

Se vuoi aggiornamenti su LADA inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Donnici | 27 luglio 2015

Altro su Lada

Lada Vesta Sport: dal Wtcc alla strada?
Curiosità

Lada Vesta Sport: dal Wtcc alla strada?

Indiscrezioni captate dal Web indicano che, al prossimo Salone di Mosca, Lada svelerà la Vesta Sport, versione più caratterizzata della "media" Vesta.

Nuova Lada Vesta: le immagini ufficiali inedite
Anteprime

Nuova Lada Vesta: le immagini ufficiali inedite

Una serie d'immagini ufficiali svela nuovi dettagli sulla Lada Vesta, inedita berlina tre volumi del marchio russo.

Lada Vesta Cross Concept: le immagini ufficiali
Concept

Lada Vesta Cross Concept: le immagini ufficiali

A metà strada tra familiare e fuoristrada, la Lada Vesta Cross Concept è stata presentata a Mosca e potrebbe arrivare in futuro sulle strade.