Ferrari California T: le immagini ufficiali

La sovralimentazione ritorna sulle vetture di Maranello grazie ad un V8 3.8 turbo da 560 CV che debutta sulla California T.

Ferrari California T: le immagini ufficiali

Tutto su: Ferrari California

di Valerio Verdone

12 febbraio 2014

La sovralimentazione ritorna sulle vetture di Maranello grazie ad un V8 3.8 turbo da 560 CV che debutta sulla California T.

La Ferrari California è un’auto capace di coniugare le prestazioni e la guida coinvolgente delle sportive di Maranello con un comfort elevato. Il fatto di essere una spider-coupé inoltre, la rende protagonista in ogni stagione e ne aumenta notevolmente la vivibilità. Adesso è stata rilanciata con una rivisitazione estetica che nasconde sotto il cofano anteriore un nuovo motore turbo V8 da 3,8 litri capace di erogare ben 560 CV e una coppia massima di 755 Nm. Che sia l’influenza della F1? Può darsi, intanto il suo nome diventa California T, e quella consonante in più apre un mondo tutto nuovo nella gamma Ferrari, riportando subito la mente degli appassionati a vetture stravaganti e prestazionali come la GTO del 1984 e la mitica F40!

Estetica: più affascinante che mai

La linea della California, elegante e sportiva, era già bella, ma adesso è decisamente spettacolare: lo dimostra il frontale, con le prese d’aria sul cofano, riprese da quelle della 599 GTO, e la calandra inferiore con le aperture laterali che strizzano l’occhio alla F12. I richiami continuano nella vista posteriore, dove spiccano gli sfoghi d’aria laterali presi in prestito dalla FF e il grande [glossario:estrattore] che rende l’insieme ancora più cattivo con le due coppie di scarico che fuoriescono lateralmente.

Un motore tutto nuovo

Sotto il cofano troviamo il nuovo V8 3.8 turbo ad iniezione diretta di benzina che sfrutta turbine twin scroll per regalare 70 CV in più rispetto al 4.3 aspirato che sostituisce e consumi ridotti del 15%. Il tutto condito da un sound che si annuncia sensazionale per un motore sovralimentato, grazie all’albero piatto ed allo scarico trifuso. Le prestazioni sono semplicemente da urlo con una velocità massima di 316 km/h ed uno scatto da 0 a 100 km/h coperto in appena 3,6 secondi. Inoltre, per tenere sempre sotto controllo l’erogazione del motore turbo, gli ingegneri del Cavallino Rampante hanno piazzato al centro della plancia il Turbo Performance Engineer, acronimo di TPE, capace di mostrare in tempo reale il modo migliore per sfruttare al meglio tutto il potenziale del V8.

Ulteriori innovazioni sulla vettura sono rappresentate dalla nuova scatola guida e dai settaggi differenti per le sospensioni Magnaride: modifiche che rendono l’auto ulteriormente reattiva e riducono il rollio. Anche il controllo della trazione F1-trac è stato ottimizzato, così come l’impianto frenante, capace di arrestare l’auto in appena 34 m da una velocità di 100 km/h.