Saleen, la futura supercar si chiamerà S8

L’ex pilota ed imprenditore californiano è tornato alla ribalta con l’annuncio di una nuova supercar chiamata Saleen S8.

Saleen, la futura supercar si chiamerà S8

di Francesco Donnici

28 novembre 2013

L’ex pilota ed imprenditore californiano è tornato alla ribalta con l’annuncio di una nuova supercar chiamata Saleen S8.

Steve Saleen, ex pilota e creatore dell’omonimo costruttore californiano specializzato nella realizzazione di supercar e nelle elaborazioni di muscle car, ha annunciato il suo ritorno sulla scena automobilistica con il debutto di una inedita vettura sportiva chiamata S8.

Attiva fin dal 1983 come preparatore di vetture Ford, la Saleen Autosport fece il grande salto di qualità nel 2001 con la realizzazione di una supercar estrema chiamata Saleen S7. La supercar americana era dotata di un poderoso V8 7.0 litri in alluminio, declinato nella variante aspirata da 575 CV e 712 Nm di coppia massima e in quella dotata di due turbo compressori in grado di offrire addirittura 760 cavalli e 949 Nm di coppia, mentre entrambe le versioni erano equipaggiate da un cambio manuale a sei rapporti. In un secondo momento, la S7 venne offerta anche in una versione da competizione battezzata  S7-R e chiamata a partecipare a numerose corse internazionali, tra cui la 24 ore di Le Mans. Oltre all’esuberante propulsore, la Saleen S7 vantava anche un telaio di primo livello e una massa estremamente contenuta, grazie al massiccio uso di materiali compositi e fibra di [glossario:carbonio] che hanno permesso di mantenere il peso complessivo tra la soglia dei 1.250 ed i 1.300 kg .

La produzione della Saleen S7 terminò nell’ormai lontano 2006, mentre l’anno successivo il suo fondatore lasciò l’azienda che venne rinominata Saleen Incorporated. Quest’ultima mise da parte la produzione di auto ad elevate prestazioni e da quel momento si occupò esclusivamente dell’elaborazione di vetture sportive con passaporto yankee, come ad esempio la Ford Mustang (Saleen S281). Per Steve Saleen la lontananza dai motori però è durata poco, considerando che l’ex pilota ha ricomprato il marchio nel 2012 ed ora sembra intenzionato a fare sul serio, come confermano le sue dichiarazioni rilasciate al recente Salone di Los Angeles:”Stiamo lavorando su quello che chiameremo la S8, ovvero la continuazione della supercar americana”.

Anche se non sono trapelate molte informazioni in merito, la Saleen S8 dovrebbe essere equipaggiata con un V8 5.0 litri sovralimentato in grado di sprigionare 650 CV, utilizzato anche sulla concept S5S Raptor, presentata nel 2008 in occasione del Salone di New York. Grazie all’abbondante potenza ed a una massa complessiva estremamente contenuta, la nuova S8 dovrebbe assicurare uno scatto da 0 a 100 km/h in appena 3,2 secondi.