Nissan GT-R: in futuro sarà ibrida

Grazie all’apporto dell’elettrico, la Nissan GT-R sarà più veloce ed ecologica.

Nissan GT-R: in futuro sarà ibrida

di Valerio Verdone

08 novembre 2013

Grazie all’apporto dell’elettrico, la Nissan GT-R sarà più veloce ed ecologica.

La Nissan GT-R ha rivoluzionato il mondo delle supercar grazie ad una tecnologia raffinata abbinata a prestazioni superlative e ad un costo ragionevole. Ma i progettisti della Casa nipponica non possono dormire sugli allori, e guardano al futuro, in vista del prossimo modello che dovrebbe debuttare nel 2015.

Insomma, non c’è tempo per rilassarsi e godersi i premi in bacheca, bisogna lavorare al nuovo progetto che, come ha spiegato il responsabile marketing Andy Palmer, utilizzerà la tecnologia ibrida. Sì, d’accordo, ma non pensate a quanto è stato sviluppato per le citycar o per i modelli di massa, in questo caso l’elettrico sarà esclusivamente a supporto del motore termico per ottenere una maggiore spinta ai regimi più bassi, limitando nello stesso tempo le emissioni inquinanti.

Più potenza dunque, rispetto ai 550 CV attuali, più accelerazione in confronto ai 2,7 secondi necessari per toccare i 100 km/h con partenza da fermo del modello attuale, ma soprattutto un tempo sul giro del vecchio Nurburgring più incisivo di quello attuale. Per questo in verità i tecnici stanno lavorando già sull’imminente GT-R Nismo, il cui giro cronometrato ufficiale verrà annunciato al salone di Tokyo.

Nell’attesa sappiate che quattro collaudatori si stanno confrontando senza risparmiarsi tra i cordoli dell’inferno verde e pare che fino ad ora il più incisivo sia l’ex pilota di F1 Sebastien Buemi. Certo, rimane da capire quanto può dare soddisfazione ad un guidatore appassionato e facoltoso che un pilota professionista possa vantare un record sulla pista tedesca con la sua stessa auto…