Mini 2014, tante novità per la nuova generazione

La terza generazione della Mini porterà in dote molte novità, tra cui l’introduzione dei propulsori TwinPower Turbo.

Mini Vision Concept: prime immagini ufficiali

Altre foto »

La nuova Mini 2014 - che verrà presentata in il prossimo anno in occasione dei Saloni di Tokyo e Los Angeles - sarà un auto completamente nuova, sia dal punto di vista estetico che meccanico. Il design della terza generazione della Mini ricalcherà a grandi linee quello della Vision Concept presentata lo scorso luglio e caratterizzata da soluzioni stilistiche originali, anche se strettamente legate alla tradizione del marchio.

Meccanica: nuovi propulsori Twinpower Turbo

Le novità della nuova Mini 2014 riguarderanno anche il debutto di nuovi propulsori omologati Euro 6, tra cui un 3 cilindri 1.5 litri sovralimentato da 134 CV e 220 Nm di coppia a 1250 giri/min (230 Nm con la funzione overboost),  affiancato da un quattro cilindri 2.0 litri turbo da 189 CV e di 280 Nm a 1.250 giri/min (300 Nm con overboost).

Entrambe le unità saranno caratterizzate dalla presenza della tecnologia  TwinPower Turbo sviluppata da Bmw, capace di offrire elevate performance abbinate a consumi ed emissioni inquinanti estremamente contenuti. I nuovi motori, realizzati su un basamento di alluminio, vanteranno una componentistica di primo livello che  si distinguerà per la presenza  dell'albero motore in acciaio forgiato, della testata in alluminio, dell'iniezione diretta, del doppio VANOS (fasatura variabile lato aspirazione e lato scarico), del Turbocompressore integrato nel sistema di scarico e del contralbero di equilibratura.

La potenza dei propulsori verrà gestita da una nuova trasmissione automatica, mentre il cambio manuale gioverà dell'introduzione di uno speciale sensore capace di individuare in modo automatico il numero di giri ideale durante i cambi di marcia, in modo da ottimizzare le prestazioni specialmente nella guida sportiva.

Telaio: debutta la tecnologia Intelligent lightweight construction

Anche la dinamica della vettura sarà completamente ripensata grazie all'uso di un inedito pianale dotato della nuova tecnologia Intelligent lightweight construction, capace di offrire un peso ridotto e contemporaneamente una maggiore rigidità della scocca. Le sospensioni, realizzate con elementi in acciaio e alluminio,  saranno di  tipo MacPherson nella zona anteriore e multilink in quella posteriore, inoltre gli Ammortizzatori saranno separati dalla scocca  e saranno ospitati in carreggiate più larghe di quelle attuali. Per aumentare comfort e piacere di guida della vettura, debutterà un inedito sistema di regolazione delle sospensioni caratterizzato da due differenti step attivabili tramite un apposito comando e denominati comfort e sport.

Anche lo sterzo porterà in dote  un'interessante novità chiamata EPS (Electronic Power Steering): si tratta di uno speciale dispositivo elettronico in grado di adattare la forza di servoassistenza in funzione della velocità dell'auto, oltre a comprendere  un sistema di compensazione della coppia di sterzo, capace di mantenere stabile il volante anche nelle accelerazione più violente.

Se vuoi aggiornamenti su MINI MINI inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Donnici | 30 settembre 2013

Altro su MINI MINI

MINI Cooper Cabrio: la prova su strada
Prove su strada

MINI Cooper Cabrio: la prova su strada

Al volante della scoperta inglese si può guidare il fascino e il carisma della "piccola" sportiva, cresciuta molto rispetto al passato.

Mini Seven: nuova serie speciale al Salone di Parigi
Anteprime

Mini Seven: nuova serie speciale al Salone di Parigi

Ispirata alla storica Austin Seven del 1959, la nuova Mini Seven sarà esposta a Parigi insieme alle altre novità del marchio di Oxford.

Mini John Cooper Works Cabrio by AC Schnitzer
Tuning

Mini John Cooper Works Cabrio by AC Schnitzer

Dopo la JCW esposta all'Essen Motor Show 2015, AC Schnitzer presenta la "sorella" Cabrio di recente debutto: immagine più aggressiva e 35 CV in più.