Nuova Porsche 911 Turbo S: dopo Francoforte subito in vendita

A pochi giorni dal Salone di Francoforte, Porsche comunica caratteristiche tecniche e prezzi della 911 Turbo S: arriverà a settembre a 200.000 euro.

Nuova Porsche 911 Turbo S: dopo Francoforte subito in vendita

di Francesco Giorgi

30 agosto 2013

A pochi giorni dal Salone di Francoforte, Porsche comunica caratteristiche tecniche e prezzi della 911 Turbo S: arriverà a settembre a 200.000 euro.

Con nuove soluzioni aerodinamiche ereditate dall’esperienza in pista, il retrotreno sterzante e lo Start&Stop, Porsche rinnova l’appeal della propria offerta Turbo su base 911. E’, in estrema sintesi, la carta d’identità della nuova Porsche 911 Turbo S, versione “di punta” delle declinazioni più performanti sul tema 991, che insieme alla “sorella” 911 Turbo sarà esposta, fra un paio di settimane, al Salone di Francoforte (in programma dal 10 al 22 settembre), e che sarà messa in vendita subito dopo la kermesse, a un prezzo “chiavi in mano” di 199.531 euro (165.772 euro per la nuova 911 Turbo).

>> Guarda le immagini della Porsche 911 Turbo S 2014

L’impostazione powertrain per la nuova 911 Turbo S prevede il classico 6 cilindri [glossario:boxer] 3.8, a doppio turbocompressore e alimentazione a iniezione diretta, abbinato al cambio automatico doppia frizione PDK a 7 rapporti e dotato del sistema Start&Stop. Queste le prestazioni indicate da Porsche per la 911 Turbo S 2014: velocità massima 318 km/h, accelerazione 0 – 100 km/h in 3,1 secondi e un consumo (a ciclo medio) di 9,7 litri per 100 km.

Il corpo vettura della nuova Porsche 911 Turbo S, messo bene in evidenza da una serie di immagini di anteprima, è realizzato in lega acciaio – alluminio – gli stessi materiali impiegati per la 911 Carrera – ed esprime tutto il carattere della vettura attraverso alcuni importanti aggiornamenti estetici (nuovi specchi retrovisori esterni SportDesign e i cerchi da 20″) e aerodinamici.

Più nel dettaglio, è da segnalare la presenza di nuove appendici “attive” sviluppate secondo il sistema Paa – Porsche Active Aerodynamics (fra queste, il nuovo [glossario:alettone] posteriore e lo splitter anteriore, a tripla posizione “Start”, “Speed” e “Performance”: abbassata per adeguare la portanza dell’aria alle alte velocità; un po’ più sollevata per aiutare la guida nei percorsi urbani). Se confrontata alla Carrera 4, la nuova 911 Turbo S risulta allargata di 28 mm, in virtù di un “ritocco” agli ampi codolini passaruota (restano confermate le caratteristiche prese d’aria ai parafanghi posteriori).

La 911 Turbo S (così come la Turbo) usufruisce del controllo di stabilità del telaio (sistema Porsche Dynamic Chassis Control) che agisce insieme al dispositivo di regolazione elettronica [glossario:ammortizzatori] e al Psm – Porsche Stability Management ed è equipaggiata con il nuovo retrotreno sterzante a comando elettrico: una soluzione già vista a bordo della 911 Gt3, e che si abbina al [glossario:differenziale] posteriore con Torque Vectoring.

L’equipaggiamento di serie per la nuova Porsche 911 Turbo S prevede rifiniture in pelle a due tonalità (nero e rosso Carrera) per l’abitacolo, con inserti in [glossario:carbonio] e sedili anatomici “adattivi” Plus con 18 possibilità di regolazione e memoria.