Ferrari 458 Speciale: anteprima al Salone di Francoforte

Mai tanta potenza per un V8 di Maranello: la Ferrari 458 Speciale sviluppa ben 605 CV. E porta in dote numerose novità tecnologiche.

Ferrari 458 Speciale: anteprima al Salone di Francoforte

Tutto su: Ferrari 458 Italia

di Francesco Giorgi

27 agosto 2013

Mai tanta potenza per un V8 di Maranello: la Ferrari 458 Speciale sviluppa ben 605 CV. E porta in dote numerose novità tecnologiche.

I 570 CV della 458 Italia potevano essere ulteriormente affinati. Ed ecco la Ferrari 458 Speciale, ultima nata (in ordine di tempo) fra le GT di Maranello, chiamata ad assumere il prestigioso ruolo di capofila per una lunga serie di novità tecnologiche (a cominciare da un primato come V8 più potente nella storia delle GT “stradali” di Maranello), come annunciato in questi giorni dai vertici Ferrari. Sì, perché la 458 Speciale, destinata regolarmente alla vendita e che si affiancherà alle versioni Coupé e Spyder, farà il proprio debutto ufficiale, fra un paio di settimane, al Salone di Francoforte, in programma dal 10 al 22 settembre.

>> Guarda le immagini ufficiali della Ferrari 458 Speciale

La filosofia impostata da Ferrari per la imminente 458 Speciale, che mantiene in linea generale il corpo vettura della 458 Italia disegnato da Pininfarina, è improntato a un concetto di vettura supersportiva senza compromessi, ma con innovative soluzioni tecnologiche: una su tutte, l’aerodinamica attiva. Un concetto che servirà come filosofia di base per l’impostazione delle future supercar del Cavallino.

Il corpo vettura della 458 Speciale, sviluppato dal Centro Stile Ferrari, è caratterizzato dalla presenza di appendici mobili all’anteriore e al posteriore, realizzate in funzione della massima resa aerodinamica nelle diverse condizioni di marcia . I dati tecnici, in questo senso, parlano chiaro: l’indice E di efficienza [glossario:aerodinamica] della 458 Speciale è di 1,5. In altre parole: è la vettura più aerodinamicamente efficiente nella storia Ferrari.

A questo vanno aggiunti alcuni lavori di affinamento all’elettronica di gestione del motore V8 che nella 458 Speciale arriva a raggiungere ben 605 CV (e un valore – record di ben 135 CV/litro), mantenendo inalterato il valore di coppia. Grazie a questi interventi, la vettura è in grado di raggiungere i 100 km/h con partenza da fermo in appena 3 secondi, mentre lo scatto 0 – 200 km/h ferma il cronometro in 9,1 secondi.

Per consentire alla vettura di scaricare al meglio questa nuova iniezione di potenza, la Ferrari 458 Speciale viene abbinata a specifici pneumatici Michelin Pilot Sport Cup2 messi a punto ad hoc in un programma di partnership, e annovera, fra le peculiarità tecniche, il nuovo sistema Ssc (Side Slip angle Control) di controllo elettronico dell’angolo di assetto: è un dispositivo, “ereditato” dal motorsport, che analizza in tempo reale l’assetto della vettura e grazie all’azione del differenziale elettronico E-Diff, il controllo trazione F1-Trac e un programma di confronto con dati di riferimento reali, ottimizza l’azione della “coppia” e permette di sfruttare al meglio la massima potenza in qualsiasi condizione di marcia.