Dacia Duster Adventure: nuova serie limitata

Dacia presenta la nuova Duster Adventure, versione in serie limitata del SUV compatto dotata di trazione integrale e soluzioni estetiche esclusive.

Dacia Duster Adventure: nuova serie limitata

Tutto su: Dacia Duster

di Giuseppe Cutrone

12 luglio 2013

Dacia presenta la nuova Duster Adventure, versione in serie limitata del SUV compatto dotata di trazione integrale e soluzioni estetiche esclusive.

Debutta sul mercato la nuova Dacia Duster Adventure, una serie limitata del SUV compatto che punta sullo stile originale pensando a quanti amano distinguersi con la propria automobile. 

>> Guarda le immagini della nuova Dacia Duster Adventure

La Dacia Duster Adventure è disponibile in abbinamento al motore 1.5 dCi da 110 cavalli ed è dotata di trazione integrale. Esternamente si riconosce per alcuni dettagli esclusivi, mentre all’interno si notano gli inserti a contrasto sulla plancia e i rivestimenti dei sedili appositamente dedicati a questa versione. 

La dotazione della serie limitata Adventure include i fari fendinebbia, le [glossario:minigonne] di protezioni anteriori e posteriori, le mascherine dei fari nere, i vetri oscurati, le guide luci su rampa rimovibili, i tappetini in gomma e i paraspruzzi personalizzati, il navigatore Garmin con mappe dell’Europa completo di aggiornamenti gratuiti e le frecce rosse posizionati nei punti in cui si trovano gli anelli necessari a collegare un rimorchio e gli spazi in cui posizionare il cric in caso di foratura. 

Per quanto riguarda la trazione 4×4, la Dacia Duster Adventure, come le altre versioni della gamma, mette a disposizione del conducente un apposito comando in plancia che consente di commutare i tre diversi schemi di funzionamento. 

Le opzioni vanno da “Auto“, con la coppia ripartita in maniera automatica tra [glossario:avantreno] e retrotreno così da assicurare sempre la migliore trazione, “Lock“, una modalità che consente di bloccare elettronicamente la distribuzione della coppia su tutte e quattro le ruote, e “2WD“, l’impostazione che fa diventare il SUV romeno un veicolo a trazione anteriore così da contenere i consumi e le emissioni di CO2. Il cambio è invece un manuale a sei rapporti.