Aston Martin: motori e tecnologia firmati Mercedes?

Il costruttore inglese guidato da Bonomi potrebbe ricevere una svolta importante grazie alla nuova collaborazione stipulata con la Mercedes.

Aston Martin: motori e tecnologia firmati Mercedes?

Tutto su: Aston Martin

di Francesco Donnici

23 maggio 2013

Il costruttore inglese guidato da Bonomi potrebbe ricevere una svolta importante grazie alla nuova collaborazione stipulata con la Mercedes.

Da tempo si parla di una partnership tra Mercedes e Aston Martin che potrebbe portare ad una condivisione di alcune tecnologie del Costruttore tedesco con la Casa automobilistica britannica. Ora dal quartiere generale del Gruppo Daimler, che controlla il Costruttore Mercedes, sembra sia arrivata la conferma definitiva di una possibile collaborazione tra le due Case automobilistiche destinata a “ringiovanire” il comparto tecnico e tecnologico di Aston Martin. La Casa di Gaydon, infatti, nonostante il lancio di nuovi modelli, continua ad utilizzare meccanica e telai ereditati dalla vecchia gestione Ford, risalente ormai a parecchi anni fa.

>> Guarda le immagini ufficiali della Aston Martin Vanquish

Il Costruttore britannico dallo scorso anno è controllato dalla Investindustrial, guidata dall’italiano Andrea Bonomi, ex proprietario della DucatiDopo aver acquisito l’Aston, Bonomi aveva affermato in più di una occasione di voler investire oltre 770 milioni di euro nei prossimi quattro anni per il rilancio del marchio anglosassone e la notizia di un accordo con la Mercedes, potrebbe finalmente segnare l’inizio di questo agognato rilancio.

La punta di diamante di questo accordo potrebbe essere la condivisione dei potenti ed affidabili propulsori V8 e V12 Mercedes, considerati ancora più appetibili se firmati dal reparto Motorsport AMG. A queste unità potrebbe inoltre essere abbinata il cambio con doppia frizione e dotato di sette rapporti 7G-Tronic, considerato da molti uno dei migliori della sua categoria.