Nissan Pathfinder Hybrid al Salone di New York

All’imminente Salone di New York, Nissan presenterà Pathfinder Hybrid a propulsione benzina – elettrica. Debutterà sul mercato a fine estate.

Nissan Pathfinder Hybrid al Salone di New York

Tutto su: Nissan Pathfinder

di Francesco Giorgi

28 marzo 2013

All’imminente Salone di New York, Nissan presenterà Pathfinder Hybrid a propulsione benzina – elettrica. Debutterà sul mercato a fine estate.

Anche Nissan si dà all’ibrido. A poche ore dall’apertura al pubblico del Salone di New York 2013, il marchio giapponese comunica l’anteprima ufficiale del SUV Pathfinder 2013 in versione ibrida. Si tratta della “prima volta” di un veicolo a motore termico ed elettrico insieme da produrre in grande serie.

Nissan Pathfinder Hybrid, sviluppato sulla versione MY 2013 del SUV-crossover, è essenzialmente identico nell’impostazione del corpo vettura rispetto alla gamma già esistente (arrivata alla sua quarta generazione), sarà declinato su tre livelli di allestimento (“SV”, “SL”, “Platinum”) e, negli USA, al momento del lancio commerciale – previsto verso la fine della prossima estate – costerà circa 3.000 dollari in più rispetto alle versioni corrispondenti.

>> Guarda le immagini ufficiali della Nissan Pathfinder 2013 Hybrid

Rispetto a Pathfinder 2013, la versione Hybrid si differenzia, a livello di corpo vettura, unicamente per la presenza della fanaleria posteriore a Led e delle targhette “Hybrid” e “PureDrive”.  L’equipaggiamento di serie prevede connessione Bluetooth, avviamento a pulsante, climatizzatore tri-zona.

La parte più interessante della Pathfinder “eco friendly” che sarà esposta al Salone di New York è costituita, ovviamente, dal tipo di motorizzazione impostata dai tecnici del marchio giapponese. Sotto al cofano, il SUV mette in evidenza un 2.5 a 4 cilindri in linea, a benzina, a iniezione diretta e sovralimentato, in sostituzione del V6 da 3,5 litri. Al nuovo 4 cilindri viene abbinato un motore elettrico da 15 kW, alimentato da batterie agli ioni di litio collocate in un vano ricavato sotto la terza fila di sedili per non pregiudicare l’abitabilità.

Insieme, l’accoppiata termica-elettrica fornisce una potenza di 250 CV e 243 Nm di coppia: simile, dunque, ai 260 CV e 240 Nm offerti dal “tradizionale” 3.5 V6. Il sistema ibrido utilizza una doppia frizione “intelligente” realizzata dalla stessa Nissan, per gestire in maniera ottimale il lavoro dell’unità termica e di quella elettrica, e un dispositivo di accumulo dell’energia cinetica nelle fasi di frenata per aiutare la carica della batteria.

Lo schema dell’assetto rimane invariato: sospensioni indipendenti a schema multi-link al retrotreno, servosterzo idraulico ed elettrico, cerchi da 18″ (a richiesta da 20″) con pneumatici 235/55 e trazione integrale a sistema All-Mode 4×4, che permette al conducente di impostare la trazione anteriore o integrale oppure, in modalità 4×4, gestisce in automatico la coppia motrice fra avantreno e retrotreno.

Le prestazioni comunicate da Nissan si riferiscono, per il momento, all’indicazione dei consumi: la Pathfinder Hybrid viene dichiarata per un consumo a ciclo medio di circa 11 km con un litro: un valore non eccezionale, ma decisamente migliorato rispetto ai circa 9,5 richiesti per la versione 3.6 V6 a benzina.