Vencer Sarthe: il debutto al Top Marques 2013

Il piccolo Costruttore olandese pubblica una nuova immagine che anticipa il debutto della nuova supercar attesa alla kermesse monegasca.

Il piccolo e poco conosciuto Costruttore olandese Vencer, circa un anno fa, aveva presentato sotto forma di concept la supercar Sarthe. Secondo le dichiarazione della Casa dei Paesi Bassi, la Sarthe debutterà nella sua forma definitiva in occasione dell'evento Top Marques 2013.

La vettura sfoggerà un'estetica minimale e aggressiva, caratterizzata da un'aerodinamica molto curata. La carrozzeria in fibra di carbonio e il sofisticata telaio realizzato in acciaio al cromo-molibdeno permetteranno di contenere la massa totale della vettura entro i 1.390 kg.

Sotto il cofano della Vencer Sarthe batterà un potente motore V8 in grado di sprigionare una potenza di 510 CV e una coppia massima pari a 650 Nm. Le doti del propulsore abbinate al peso contenuto consentiranno delle performance strabilianti riassumibili in un'accelerazione da 0 a 100 km/h in 3,8 secondi, mentre la velocità di punta sarà di 326 km/h.

La vettura sarà prodotta in serie limitata, mentre il prezzo rimane per il momento top secret, anche se le caratteristiche esclusive della vettura lasciano immaginare che sia alla portata di pochi fortunati estimatori.

 

Se vuoi aggiornamenti su VENCER SARTHE: IL DEBUTTO AL TOP MARQUES 2013 inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Donnici | 22 marzo 2013

Vedi anche

Nuova Opel Insignia Grand Sport: debutta a Ginevra

Nuova Opel Insignia Grand Sport: debutta a Ginevra

Avrà una linea elegante e sportiva e tanta tecnologia per guidare in sicurezza.

Toyota Camry: un teaser anticipa la prossima generazione

Toyota Camry: un teaser anticipa la prossima generazione

La nuova generazione della world car Toyota Camry abbraccerà uno stile più dinamico e sportivo.

Rolls-Royce Project Cullinan: il debutto nel 2018

Rolls-Royce Project Cullinan: il debutto nel 2018

Prosegue lo sviluppo dello Sport Utility di Rolls-Royce, atteso nel 2018: dopo Natale test al Circolo Polare Artico e nei deserti mediorientali.