Chevrolet, allo studio una Corvette entry-level?

Il Colosso americano starebbe studiando una versione più economica della nuovissima Corvette Stingray, con lo scopo di attrarre nuovi clienti.

Chevrolet, allo studio una Corvette entry-level?

di Francesco Donnici

01 marzo 2013

Il Colosso americano starebbe studiando una versione più economica della nuovissima Corvette Stingray, con lo scopo di attrarre nuovi clienti.

Il lancio della nuova Chevrolet Corvette Stingray ha riacceso la voglie sportive degli appassionati americani e non.  La settima generazione della muscle-car americana per eccellenza propone fascino e prestazioni da supercar, grazie ad una linea sportivissima ed affilata abbinata all’impiego di un potente propulsore V8 6.2 litri da 450 CV, in grado di farla scattare da 0 a 100 km/h in meno di 4 secondi.

>> Guarda le immagini ufficiali della Corvette Stingray

Le alte prestazioni offerte dalla Stingray e un prezzo di listino che si aggira negli Stati Uniti intorno ai 50.000 dollari, sta spingendo gli uomini della GM a studiare una variante della Corvette per così dire low-cost, ovvero meno potente e con un prezzo listino di circa 10.000-15.000 dollari più basso rispetto all’attuale Stingray. La baby Corvette potrebbe montare un V8 aspirato da 5.3 litri e con potenza inferiore ai 400 CV, utilizzato anche su alcuni  SUV e pick up del Gruppo, oppure un V6 3.0 litri biturbo, capace di contenere consumi e costi di gestione. L’obiettivo del Colosso americano sarebbe quello di attrarre una grossa fetta di possibili clienti innamorati della sportiva yankee, ma  che non possono permettersi  il costo di listino e quello di gestione della Corvette  C7.

Un possibile ostacolo all’eventuale disco verde relativo ad una “corvette low-cost” potrebbe però arrivare proprio  dall’interno della gamma Chevrolet. Una Corvette meno potente e costosa potrebbe “cannibalizzare” le vendite della Camaro, altra muscle-car della Casa di Detroit posizionata per prezzo e prestazioni al di sotto della Corvette Stingray.