Mini Paceman All4: anche a trazione integrale

La Mini Paceman, che uscirà nelle prossime settimane, comprende 4 versioni a trazione integrale: è la Paceman All4. Ecco le caratteristiche tecniche.

Mini Paceman All4: anche a trazione integrale

Tutto su: MINI Paceman

di Francesco Giorgi

30 gennaio 2013

La Mini Paceman, che uscirà nelle prossime settimane, comprende 4 versioni a trazione integrale: è la Paceman All4. Ecco le caratteristiche tecniche.

Ancora più “go-kart style” grazie all’intervento della trazione integrale a differenziale elettromagnetico centrale, che sarà disponibile di serie o a richiesta, a seconda dei modelli. E’ la Mini Paceman, pronta al debutto ufficiale.

La prima Sport Activity Coupé della gamma Mini sarà infatti offerta anche All4, il sistema 4×4 specifico per MINI che ha debuttato nel 2010.

Con le quattro versioni All4, dunque, l’offerta Mini a trazione integrale salirà a otto modelli. Più nel dettaglio, la Mini Paceman 4×4 sarà proposta nelle declinazioni Cooper SD Paceman (equipaggiata con il turbodiesel 2 litri da 143 CV e 305 Nm di coppia), Cooper D Paceman (1.6 turbodiesel da 112 CV e 270 Nm), Cooper S Paceman (1.6 da 184 CV e 260 Nm) e la attesa John Cooper Works Paceman, la pepata 1.6 turbo da 218 CV per 226 km/h presentata in anteprima nelle scorse settimane al Salone di Detroit.

>> Guarda le immagini ufficiali di Mini Paceman All4

Il sistema motore – trasmissione, che richiede una lieve modifica a livello di telaio dovuta alla presenza dell’albero di trasmissione e del differenziale centrale con ammortizzatore interno per lo smorzamento delle vibrazioni, è abbinato per tutti i modelli al cambio manuale a sei rapporti; a scelta del cliente, è disponibile la versione automatica, sempre a sei rapporti.

L’obiettivo dichiarato dai tecnici di Oxford è di rendere la gamma Mini (e la Paceman in particolare) sempre più fedele alle caratteristiche doti di agilità e maneggevolezza dei suoi modelli anche nelle condizioni stradali più critiche.

All4 è stato infatti sviluppato ad hoc per Mini. La sua tecnologia sfrutta un differenziale centrale elettromagnetico per la distribuzione della coppia motrice fra l’avantreno e il retrotreno. Nelle condizioni normali di marcia, attraverso il controllo del sistema DSC (Dynamic Stability Control), All4 invia alle ruote posteriori fino al 50% di potenza; questo valore può salire fino al 100% a seconda del mutare delle caratteristiche stradali e di guida (ghiaccio, superfici innevate).

In tutti i modelli dotati della trazione integrale All4, l’equipaggiamento di serie comprende il sistema di controllo elettronico dello slittamento DTC (Dynamic Traction Control), disattivabile dal conducente: in questo caso, il differenziale anteriore si blocca in automatico, per mezzo del dispositivo EDLC (Electronic Differential Lock Control), studiato per migliorare la trazione senza influenzare la direzionalità della vettura.

Per concludere, un accenno ai prezzi. La Mini Paceman All4 partirà da 27.950 euro (Cooper D), 29.650 euro (CooperD Auto), 30.500 euro (Cooper S) e 31.500 euro (Cooper SD). Il prezzo richiesto per la John Cooper Works Paceman non è ancora stato comunicato.